Imola. Il PD, ormai a distanza di 2 anni, non ha ancora pagato la fattura all’Ausl per i servizi che l’azienda sanitaria imolese ha svolto presso la festa dell’Unità nazionale del 2017. Fattura che, se non pagata “entro le prossime settimane, si procederà con il recupero coattivo, come previsto dalla procedura e comunicato al debitore”.

Lo rende noto la Ausl di Imola alla quale abbiamo posto alcune domande sullo stato della vicenda, finita più volte sulla stampa cittadina.

In sostanza fa sapere l’azienda sanitaria – il 4 luglio scorso – che “ad oggi non risulta nessun pagamento anche a seguito di 2 solleciti, l’ultimo con lettera del 20 febbraio 2019”.

Esiste ancora una possibilità di evitare la procedura coattiva e viene dalla federazione locale. “Attualmente sono stati attivati contatti con il PD locale che si è fatto parte diligente – prosegue la nota della Ausl – per sbloccare la situazione in tempi brevi. Se ciò non avvenisse entro le prossime settimane, si procederà con il recupero coattivo, come previsto da procedura e comunicato al debitore”.

(Caterina Grazioli)