Riceviamo e pubblichiamo la lettera inviata da Cgil Cisl Uil ai sindaci del circondario imolese.

Le scriventi organizzazioni sindacali hanno appreso che martedì 9 luglio è stato approvato dal Consiglio comunale di Imola un atto di indirizzo in merito al recesso dalla convenzione per il conferimento al Nuovo Circondario Imolese delle funzioni relative ai servizi Finanziari/Economato/Controllo di Gestione, senza alcun confronto con le organizzazioni sindacali.

Siccome nella stessa bozza di delibera si sottolinea che altri Enti del Nuovo Circondario Imolese hanno avviato il recesso dalla gestione associata di funzioni e servizi, chiediamo ai sindaci di entrare nel merito di ciò che sta accadendo nel nostro territorio e delle strategie che gli “eletti dai cittadini” intendono mettere in campo per i prossimi anni per garantire servizi di qualità agli abitanti del circondario.

Riteniamo necessario un confronto serio con tutti i Sindaci per verificare attentamente quali saranno le ripercussioni che la strategia del “stiamo chiusi in casa nostra”, porterà al nostro territorio rispetto ai finanziamenti, ai servizi, agli investimenti e al peso politico all’interno della Città Metropolitana.

In tutto questo caos, vogliamo porre l’attenzione al personale che non si merita di essere perennemente alla mercé della politica con continui spostamenti e riorganizzazioni, creando disservizi che vanno ad aggravare l’immagine dei dipendenti pubblici anche se, come in questo caso, stanno subendo una situazione creata da altri.

Si resta in attesa di una data di incontro.