Al via i percorsi di alternanza scuola – lavoro all’interno di Hera. Stage della durata di quattro settimane che riguardano studenti delle classi terze e quarte delle scuole superiori. Sono 18 gli studenti, iscritti a vari istituti scolastici presenti nelle province servite da Hera, che in questi giorni stanno iniziando un’esperienza in azienda retribuita in impianti e sedi del Gruppo. A questi, nel corso dell’estate, se ne aggiungeranno altri 19, per un totale di 37 ragazzi che, tra la fine dell’anno scolastico e l’inizio di quello successivo, potranno vivere una breve esperienza all’interno della multiutility.

Gli stage fanno parte del progetto di alternanza scuola-lavoro promosso da Hera, che nell’anno scolastico 2018-2019 ha programmato la realizzazione di 80 percorsi in tutti i territori emiliano-romagnoli serviti, con esperienza di lunghezza variabile da un minimo di 60 a un massimo di 220 ore.

I giovani studenti provengono prevalentemente da istituti tecnico-professionali, ma anche da licei, e sono guidati nella loro esperienza da responsabili di Hera, loro tutor durante tutto il periodo di attività in azienda. Le esperienze di alternanza si svolgono nelle strutture che si occupano dei servizi acqua, energia, gas e ambiente e nelle strutture Amministrazione Finanza e Controllo, Personale e Organizzazione. Gli studenti si occuperanno anche di attività in ambito Mercato e comunicazione ambientale.

Le sedi Hera interessate dai percorsi sono quelle di Bologna, Imola, Forlì-Cesena e Ravenna. A queste si aggiungeranno, nel corso dei mesi estivi, anche quelle di Modena, Ferrara e Rimini.

Dalle scuole di Imola-Faenza previsti 11 percorsi
Gli stage estivi da istituti scolastici di Imola-Faenza previsti nel progetto di alternanza scuola-lavoro di Hera sono complessivamente 11, avviati tra giugno e inizio luglio. I percorsi in cui ciascun studente è chiamato a svolgere la propria attività sono diversi e vanno dall’addetto back office di mercato, all’addetto alla gestione credito o all’amministrazione del Personale o a ruoli più tecnici che riguardano i diversi ambiti di attività del Gruppo: acqua, ambiente, ed energia. Gli stage si svolgono nelle sedi della multiutility di via Casalegno, Via Molino Rosso, via Boaria e nella sede bolognese di Viale Berti Pichat.

Queste esperienze rientrano nei 15 percorsi di alternanza scuola-lavoro avviati nell’anno scolastico 2018-2019 con l’IIS ‘Paolini Cassiano’, l’Istituto Tecnico-Economico ‘Ginanni’, il Liceo ‘Rambaldi Valeriani Alessandro da Imola’ e l’Istituto di Istruzione Superiore ‘Alberghetti’.

Dai banchi di scuola all’azienda per accrescere le proprie competenze
Il progetto di Hera prevede che tutti gli stage, così come i percorsi di alternanza scuola-lavoro, seguano un metodo che integra le competenze lavorative e quelle dei piani didattici. Tecnici e manager Hera seguono gli studenti lungo esperienze professionali in azienda, il cui iter è delineato insieme agli insegnanti, che consentano loro di rendere più salde le competenze già apprese a scuola. Le attività vengono monitorate e sono previsti momenti di valutazione, finalizzati alla crescita dell’apprendimento dei ragazzi. Al termine dei percorsi, Hera rilascia le attestazioni delle competenze tecnico-professionali acquisite dagli studenti, in linea con gli standard europei. In questo modo essi potranno affacciarsi al mondo del lavoro già con esperienze curriculari.

Hera investe sulle nuove generazioni
Sono stati complessivamente 244 i percorsi portati a termine da Hera nel triennio 2015/2019 (compreso il primo semestre di quest’anno), in Emilia-Romagna. Il dato supera di gran lunga quello dei 180 percorsi previsti inizialmente, prova del gradimento ottenuto dall’iniziativa. l progetti hanno coinvolto in totale 24 istituti, di cui 20 tecnici e 4 licei; 83 i tutor aziendali messi a disposizione dalla multiutility. Gli ottimi risultati conseguiti hanno spinto l’azienda ad ampliare il progetto: il nuovo protocollo siglato nei mesi scorsi con l’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna per il triennio 2018-2021, infatti, prevede complessivamente 240 percorsi di alternanza scuola-lavoro, che potrebbero arrivare a 300, considerando anche quelli in via di definizione nei territori del Nord-Est in cui il Gruppo è presente.