Imola. Agli internazionali di tennis a La Tozzona (25mila dollari di montepremi), è stata subito eliminata la tennista di casa Camilla Scala che ha perso 63 76(1) dalla greca Kordolaimi. L’imolese si è riscattata nel secondo set, ma purtroppo si è persa nel decisivo tie-break.

Per il resto, nulla da fare per le giocatrici “nostrane” Zantedeschi e Aprea, superate rispettivamente dalle più quotate Husaric e Bozicevic. Stessa sorte per la giovane tennista bolognese Bianca Vitale, eliminata dopo due comunque agguerriti set da Giulia Crescenzi. Rilevante la vittoria in rimonta di Giulia Carbonaro ai danni di Maria Masini, mentre la De Santis cade inaspettatamente al cospetto della rumena Toma.

Tante sorprese nel secondo turno di qualificazioni: nello spettacolare match tra due atlete emergenti del calibro di Sara Gambogi (classe ’99) e Isabella Bozicevic (’01), a portare a casa l’intera posta è la tennista
italiana, che liquida la rivale con una prestazione magistrale e accede al tabellone principale.
Anastasia Piangerelli elimina in rimonta la testa di serie delle qualificazioni Husaric, mentre la
Giovine supera con un doppio 6-4 Giulia Carbonaro.
Per Massimiliano Narducci, organizzatore degli Internazionali di Imola 2019, “giornata fantastica sotto il
profilo climatico, abbiamo fatto un mezzo miracolo a giocare finora 18 partite, sfruttando anche il
terzo campo del Tozzona Tennis Park. Ho visto una grande Claudia Giovine, abilissima a superare
due turni del tabellone di qualificazione: sono certo che riuscirà a vestire i panni della mina vagante
del Main Draw”.