Il gruppo Cicognani Danze di Faenza

Faenza. Il gruppo “Cicognani Danze” festeggia quest’anno i suoi primi 50 anni di storia, e lo farà sabato 27 luglio, a partire dalle ore 20.30 in piazza Nenni, con un appuntamento speciale per ripercorrere, in una sorta di antologia, mezzo secolo di storia con il maestro Giampiero Cicognani e i suoi ballerini. Durante la serata, oltre ai balli tipici, sarà presente anche la scuola di musica Sarti e non mancheranno testimonianze e racconti per scoprire le varie tappe che portano ancora oggi centinaia di persone di tutte le età ad appassionarsi alle danze romagnole.

Nato nel 1969 grazie a un’idea di Giampiero Cicognani e di sua moglie Anna Savini, il gruppo “Cicognani Danze” ha sempre avuto l’obiettivo di divulgare la tradizione del ballo popolare in competizioni, sagre e balere; il tutto affiancato dai 14 sciucarèn del gruppo le mitiche “Fruste di Romagna”, che col ciocco delle loro fruste accompagnano polke, tanghi e gruppi bandistici, coordinati dal maestro Fabio Gambi, volendo così costruire una solida tradizione dando omogeneità a un repertorio che variava molto da città a città.

E’ inoltre importante sottolineare che dalla Regione Emilia-Romagna è partito l’iter per il riconoscimento del ballo romagnolo come patrimonio dell’umanità; “Il gruppo Cicognani Danze ha costruito una parte dell’identità faentina e della nostra Regione; ed è proprio in Regione che è stata approvata una legge che ha ridato sostegno alla promozione di questo settore”, afferma la consigliera regionale Manuela Rontini.

(Annalaura Matatia)