Non sempre so fermare la parola che taglia il mio sentiero. E quando arriva alla chetichella, alzo la guardia poiché non conosco le sue vere intenzioni.
– Cosa vuoi? Bugiarda Tu nell’esprimerti e bugiardo Io nel comprenderti! Siamo dello stesso peccato che ci rende stranieri. Tu dritta nel tuo discorso ed Io a indovinare un qualcosa che di certo si paleserà come una mia pura fantasia.
Il nostro è più un soliloquio che un vero proprio dialogo che ciò nonostante, con un pizzico di ipocrisia e amarezza in bocca, contenta tutte e due: Io ne esco rafforzato nelle mie bislacche convinzioni e Tu mantieni segrete le tue pure accezioni.

(Sante Boldrini)