Imola. “Prima o poi ti ammazzo a costo di farmi la galera…”, ha urlato più volte un uomo armato di un coltello a serramanico sotto la casa dell’ex compagna. Le violenze, tentate o riuscite contro le donne, purtroppo non vanno mai in vacanza. Dopo aver sentito tali minacce, alle 20.40 del 21 agosto, una donna ha chiamato la centrale  operativa del 112 chiedendo aiuto perché il suo ex compagno le si era presentato sotto casa, violando un provvedimento dell’Autorità giudiziaria, ovvero il “Divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa” che aveva ricevuto di recente, proprio a causa di un’analoga attività persecutoria commessa in passato nei confronti della donna.

Grazie all’arrivo tempestivo dei carabinieri, è stato evitato che la situazione potesse degenerare. Alla vista dell’Arma, l’uomo è stato immobilizzato dai militari e accompagnato in caserma per ulteriori approfondimenti. Più tardi, su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, il 31enne è stato portato in carcere accusato per atti persecutori.