L’assessore alla Scuola Claudia Resta

Imola. Ha preso il via il 2 settembre mattina l’anno scolastico 2019/2020 per i nidi d’infanzia e le scuole d’infanzia. L’assessore alla Scuola Claudia Resta ha voluto portare il proprio saluto a tutti i bambini, ai docenti e alle famiglie visitando la scuola d’infanzia comunale “Campanella”.

“Quello che ha preso avvio oggi è un anno importante per questi servizi comunali. Fra le novità che caratterizzano proprio i nidi e le scuole d’infanzia comunali ci sono le assunzioni di 10 unità di personale – 5 nuovi educatori al nido e 5 nuove insegnanti alla scuola materna che hanno preso servizio proprio oggi. Inoltre, è stata riportata alla gestione diretta del Comune una sezione della scuola dell’infanzia ‘Gasparetto’; le altre due saranno internalizzate rispettivamente una il prossimo anno scolastico e l’altra quello successivo. E’ stata poi riaperta una sezione al nido di piazza Romagna, che era stata chiusa durante il periodo di commissariamento del Comune, nella primavera del 2018”, spiega la Resta.

In fatto di interventi di manutenzione, da registrare al nido ‘Campanella’, i lavori di impermeabilizzazione e coibentazione del tetto e la tinteggiatura di tutte le pareti interne del plesso, per un costo complessivo di 160mila euro, finanziati dal Comune. Nel nido ‘Primavera’, a Zolino, inoltre, è stata ricostruita la parete interna in cartongesso; il costo è di un migliaio di euro, finanziati dal Comune.

Sul fronte educativo, da segnalare l’avvio della sperimentazione 0-6 anni alla scuola d’infanzia Sasso Morelli, che consente di dare un servizio mirato alle famiglie, accogliendo anche i bambini in età da nido, in quanto nella frazione non c’è questo tipo di servizio.

“Ritengo che stiamo procedendo sulla buona strada. Ci sono ancora cose da fare, come ad esempio dotarsi di un’altra pedagogista, ma possiamo contare su un sistema basato su un ottimo gruppo di educatrici e docenti e su una struttura amministrativa comunale che si è ulteriormente rafforzata con l’arrivo del nuovo dirigente e di un’altra impiegata amministrativa, a potenziare l’ufficio scuole – sottolinea l’assessore alla Scuola che conclude -. Il nostro è un impegno costante per garantire alle famiglie imolesi nidi e materne caratterizzati da un’elevata qualità formativa”.