Dozza. Nell’animo della Biennale del Muro Dipinto alberga sempre un fanciullo con lo sguardo colmo di stupore davanti alle opere realizzate lungo le vie del borgo: ed è proprio alla caccia di quella fascinazione e di quelle magiche #EmozioniUrbane che si dedicheranno i giovani e giovanissimi protagonisti del laboratorio per bambini “Il muro indipinto”, in programma sabato 14 settembre alle 15. Si comincerà con un viaggio, che ha tutto il sapore della scoperta e dell’avventura, fra le vie e i muri di Dozza, per cercare e ammirare le opere realizzate nelle precedenti edizioni della Biennale e per osservare gli artisti di questa XXVII edizione ancora all’opera. Riempiti gli occhi di emozioni, tutti al tavolo per dedicarsi alla colorazione dei bozzetti che saranno consegnati a ogni partecipante, per realizzare la propria personalissima versione del “Muro Dipinto”.

Ma la giornata di sabato 14 è ricca di avvenimenti e di appuntamenti anche per i più grandi o per chi preferisce limitarsi a guardare, stupirsi e ammirare le opere di uno dei borghi più belli d’Italia: a partire dalle 15 e fino alle 18, ogni ora partirà una visita guidata alla scoperta delle opere che popolano i muri, per conoscere e approfondire la storia dei dipinti e dei loro artisti e tanti curiosi aneddoti legati alle edizioni precedenti della Biennale (biglietto per la Rocca 5€ + 2€ a partecipante).

Alle 16 sarà il turno di “Antichi muri dipinti”, la presentazione dei restauri della loggia dei Fogliami realizzati grazie ai contributi ricevuti tramite Art Bonus e la campagna di raccolta fondi ‘Adotta un metro quadro della Rocca’’. A presentare il progetto di restauro conservativo degli apparati decorativi rinascimentali eseguiti da Bio Res, saranno proprio i due protagonisti dell’intervento, Francesco Savoia e Marcello Pedrocchi.

Infine, non appena tutti gli artisti avranno posato pennelli e colori, prenderà il via il gran finale di giornata con il “Party dietro le mura” nel parco nel retro della Rocca. Coperte e tovaglie distese nel prato saranno la cornice ideale per un pic-nic nel prato allietato dai vini dell’Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna e dalla musica dei BeQuadro Plus: un piacevole momento tutti insieme durante il quale, fra un brindisi e un gustoso panino di “Ale&Cla”, ci si terrà il congedo dagli artisti protagonisti della XXVII Biennale del Muro Dipinto.