Castel San Pietro Terme (BO). Al Settembre Castellano miele e agricoltura saranno i protagonisti del terzo fine settimana con le manifestazioni organizzate grazie all’impegno congiunto di Amministrazione comunale e Osservatorio nazionale miele, con la collaborazione di Pro Loco e altre realtà del territorio. Le iniziative prendono il via nella giornata di venerdì 13 con due seminari sull’apicoltura al teatro Cassero (ore 10.30 “Riforma della PAC e apicoltura – approvazione e applicazione della direttiva pratiche commerciali sleali” al quale tra gli altri parteciperà l’On. Paolo de Castro, e 15.30 “Criticità produttive e di mercato dell’apicoltura italiana, analisi dei fenomeni e proposte di lavoro”) – Alle 19.30 nella sala espositiva di via Matteotti 79 apertura della mostra fotografica “Ape, mieli e biodiversità con gusto” con la premiazione del 4° concorso fotografico sul tema “Api e apicoltori, il tempo contro”.

Sabato 14 alle ore 10 si inaugurerà la 39ª Fiera del miele, dell’agricoltura e dell’enogastronomia, che rimarrà aperta fino alle 23. In via Matteotti apriranno i tradizionali banchetti con miele e tipicità provenienti da diverse parti d’Italia, mentre piazza XX Settembre ospiterà la sezione “Agri Slow” con gli agricoltori locali che proporranno degustazioni e promozione dei loro prodotti (formaggi, salumi, vini, confetture, mieli e altro ancora), oltre a colorarsi con le piante da fiore, da orto e prodotti per il giardinaggio. Al teatro Cassero alle 14.30, l’incontro “Qualità ed identità dei mieli italiani, un patrimonio unico al mondo”. In serata torna in piazza XX Settembre la consueta rassegna MusicaInFiera: al via dalle ore 21 “Taranta Rhei”, concerto di pizzica, taranta e molto altro, in occasione della 1ª edizione della sezione “Grandi mieli di Puglia”. Inoltre “parole e note” in punti caratteristici della città.

Patrizio Roversi

Domenica 15 la Fiera tornerà per tutto il giorno nel centro storico (ore 9-21). Dalle 10 alle 13 in piazza Acquaderni si terrà la “Borsa nazionale del Miele”, libero scambio fra apicoltori e altri protagonisti della filiera. Dalle 10.30 in piazza XX Settembre “Dai mieli alle tre Gocce d’Oro”, dedicato alla qualità dei mieli partecipanti alla 39ª edizione del concorso “Grandi Mieli d’Italia – 3 Gocce d’Oro 2019”, evento pubblico condotto da Patrizio Roversi, che si concluderà con la premiazione dei vincitori del concorso a partire dalle 12.30.

 

 

“Nell’anno della grande crisi produttiva sono stati ben 1011 i mieli presentati al concorso da parte di 440 apicoltori – annunciano dall’Osservatorio -. Tutte le regioni sono state rappresentate, quelle con il maggior numero di campioni sono state Lombardia e Puglia (112 campioni ciascuna), seguite da Piemonte (94 campioni), Sardegna (80 campioni), Emilia Romagna (77 campioni) e Sicilia (68 campioni). Tra questi sono stati premiati 16 mieli con le “Tre Gocce d’oro”, 148 con le “Due Gocce d’oro” e 211 con ‘Una Goccia d’oro’”.

Quest’anno sono state istituite 5 sezioni speciali.
– I mieli da apicoltura biologica, già presente nell’edizione 2018 del concorso, vuole favorire le metodologie colturali più sostenibili e valorizzare i mieli biologici promuovendoli presso i consumatori; sono 64 i produttori che hanno presentato 156 mieli in questa sezione.

– I mieli slow, avviata in collaborazione con Slow Food Italia, la sezione vuole sottolineare il carattere identitario unico al mondo dei mieli italiani, è riservata ai mieli dei Presidi Slow Food con mieli di Alta Montagna Alpina, dell’Appennino Aquilano e dell’Ape Nera Sicula, per un totale di 40 campioni in concorso.

– I grandi mieli di Sicilia e I grandi mieli di Puglia, sezioni realizzate in collaborazione con l’Associazione regionale apicoltori siciliani (Aras) e l’Associazione regionale apicoltori pugliesi (Arap) e riservate ai mieli prodotti all’interno dei rispettivi territori regionali. L’obiettivo è quello di contribuire, con la diffusione capillare del concorso, al monitoraggio ed al miglioramento della qualità dei mieli nei rispettivi territori. I campioni in concorso sono stati 68 per la sezione Sicilia e 96 per la sezione Puglia, un grande successo, considerando che si tratta della prima edizione.

– I mille mieli, i millefiori, finalizzata a far emergere la diversità dei mieli millefiori attraverso una gara che coinvolge anche il giudizio dei consumatori. Attraverso le valutazioni analitiche e sensoriali del concorso, viene selezionato 1 miele millefiori per ognuna delle regioni italiane, quello con il punteggio più elevato. Per ognuno di questi mieli viene raccolto il giudizio in termini di gusto da parte del grande pubblico.

“Questi numeri descrivono con concretezza l’efficace azione di monitoraggio e miglioramento della qualità dei mieli che l’Osservatorio svolge in Italia. I mieli sono già stati tutti analizzati dal punto di vista chimico-fisico e dell’analisi sensoriale, per la quale sono stati impegnati 79 esperti iscritti all’albo, riuniti in 16 giurie coordinate da Lucia Piana”.

Con l’occasione sarà presentata la guida “Tre gocce d’oro” 2019 in versione cartacea e on line e la relativa applicazione scaricabile gratuitamente per smartphone e tablet, con la quale i consumatori possono raggiungere i mieli premiati, conoscere i produttori e molte altre curiosità.

Per ulteriori informazioni è possibile scaricare il programma completo sul sito www.informamiele.it

La Carrera torna in pista il 15 e spopola sui social!
Ultimi giorni di attesa per il recupero di Sfilata e 62ª Coppa Terme, non effettuate domenica 8 causa maltempo e in programma domenica 15 settembre. La Sfilata subirà una leggera deviazione di percorso rispetto al tradizionale. Rimarrà invece invariato folklore e divertimento.
Ore 10, sfilata dei Team e supporters. L’inizio della sfilata sarà sempre dall’inizio di Via Mazzini (lato Ovest in corrispondenza dell’incrocio con Viale Roma) e si svilupperà lungo Via Cavour fino al Cassero, per poi deviare in Viale Carducci con arrivo alla Fontana Luminosa.
La sfilata dei Team quest’anno vede 8 gruppi: Mora, Ov + Ovetto + Ovette, Coyote, Porz + Porzlen, Cavedano + Cavedane, Delfino + Dowlphin + LaVenere, Nibbio + BiancoNibbio + Penne, Volpe + Geckes. A seguire associazioni di volontariato e società sportive.
Ore 12: 62ª Coppa Terme – Trofeo Giuseppe Raggi
Questa la griglia di partenza 2019: 1.Ov – 2.Mora – 3.Coyote – 4.Porz – 5.Ovetto – 6.Cavedano – 7.Porzlen – 8.Nibbio – 9.Volpe – 10.Dowlphin – 11.BiancoNibbio – 12.Delfino

Intanto la Carrera sta spopolando sui social, confermando il successo di questo originale sport castellano che da ben 66 anni appassiona cittadini e visitatori di tutte le età. Nella sola giornata di domenica 8 settembre, il video della diretta della Carrera Autopodistica ha totalizzato oltre 10.000 persone raggiunte, 7.000 visualizzazioni e 4.000 interazioni. E questi numeri sono aumentati nei giorni successivi e continuano a crescere. Inoltre durante la gara c’erano 450 utenti connessi.

“La diretta è stata possibile grazie al lavoro dello staff di Studio Dm – dichiara l’assessore all’Innovazione Fabrizio Dondi – che ringraziamo per l’alta qualità delle immagini e delle grafiche. In pochi anni la Carrera ha fatto un salto di qualità eccezionale per quello che riguarda la promozione attraverso video e immagini: le presentazioni dei team e le “stagioni” estive del canale tv Cafè della Carrera, la raccolta dei video su Youtube e i continui aggiornamenti con informazioni utili, servizi giornalistici e molto altro realizzata dal Club Carrera, la regia curata da Studio Dm, il ledwall in piazza, lo streaming della gara del pomeriggio, le dirette dei giovanissimi di Radioimmaginaria e l’utilizzo mirato dei social da parte del Comune di Castel San Pietro Terme, di Pro Loco, dei soggetti citati, dei team e dei tanti supporter hanno fatto segnare numeri da record, per una manifestazione che fa rimanere a bocca aperta i fan storici così come chi la scopre per la prima volta. La Carrera è pronta ad essere conosciuta molto oltre i nostri confini”.

Un successo per la podistica
Oltre 400 atleti (competitivi e non) si sono dati appuntamento a Castel San Pietro Terme per partecipare alla 24a manifestazione podistica, 7° Circuito Città di Castel S. Pietro, valida come 9a prova del trofeo Corriemilia.

“E’ stata una bella serata di sport – racconta Sanzio Sgubbi dell’Atletica Avis – , che ha preso il via alle ore 19.10 con la prima partenza di circa 150 partecipanti alla manifestazione non competitiva. Alle 20,30 è seguita la partenza di tutte le categorie femminili e degli over 55. Il più veloce della prova over 55 è stato il nostro portacolori Claudio Valeri, fra le donne invece si è imposta Isabella Morlini (Atletica Reggio), ancora detentrice del record. Podio tutto castellano nella categoria G 1° Rossano Altini, 2° Ugo Moroni, 3° Valerio Versari. Vittoria di Adolfo Accalai nella cat. H. Nella cat. I vittoria per Araldo Viroli, 3° Lino Sintoni. Alle 21,10 ha preso il via la gara clou della serata, con atleti di grandissimo livello ed è stato un testa a testa tra il nostro campione Gianluca Borghesi e Luis Matteo Ricciardi, che ha avuto la meglio proprio nei metri finali, vincendo con il tempo di 15:01 davanti a Borghesi 15:05, vincitore a sua volta della cat. C. Vittoria di categoria anche per Saturnino Palombo (cat. B) e il castellano Claudio Cavalli (cat. D), 2° Fabio Perazzini (cat. D). Nella categoria E 2° Luca Carola, 3° Maurizio Biondini. Vince la Classifica a presenza la Cooperativa Ceramica Imola con 35 iscritti”.

L’artista Sonia Rondina con l’assessore alla Cultura Fabrizio Dondi

Ultimi giorni per la mostra di manga “Genesi”
Ancora pochi giorni per visitare la mostra di manga “Genesi” dell’artista Sonia Rondina, che si firma con lo pseudonimo Ran Do Oniisan, aperta fino a domenica 15 settembre alla sala espositiva comunale del Cassero in via Matteotti 2 (orari: feriali ore 18-20, festivi ore 10-12 e 18-20.
L’esposizione, inaugurata il 30 agosto alla presenza dell’assessore alla cultura Fabrizio Dondi, è organizzata da Pro Loco con la collaborazione del Circolo Artistico di Castel San Pietro Terme e con il patrocinio del Comune.

“Sono nata all’inizio degli anni ’80, proprio nel decennio in cui iniziò il boom dei cartoni animati giapponesi – afferma l’artista che vive a Villa Fontana, frazione di Medicina, e ha scelto di chiamarsi Ran Do Oniisan, che è un anagramma di Sonia Rondina, in cui ‘ran’ in giapponese significa orchidea e ‘oniisan’ fratello maggiore -. Ho sempre disegnato manga per passione e solo da alcuni anni ho iniziato a farlo seriamente, entrando anche a far parte del Circolo Artistico di Castel San Pietro Terme. Il mio manga è necessariamente italiano, perché nasce dalla fusione con il mio vissuto da italiana. Ho partecipato a diversi concorsi on line per manga, arrivando al 3° posto per un’illustrazione di Kumamoto, che aveva come tema l’importanza della cultura e dell’istruzione. Questa è la prima mostra che tengo a Castel San Pietro Terme, l’anno scorso ho esposto in altri comuni della provincia di Bologna. Nella sala del Cassero presenterò una trentina di pannelli del mio manga dal titolo ‘Octopus’ ispirato a temi sociali, in particolare al valore dell’amicizia per superare le difficoltà, più una decina di altre opere, di cui alcune eseguite con la tecnica del disegno tradizionale con inchiostro e colori acquerellati, e altre con la grafica digitale, che permette di mischiare olio con acqua, cosa che nella realtà è impossibile”.

“Questa mostra è una novità per il Circolo artistico – afferma Amedeo Martini del Circolo artistico castellano -. Il fumetto giapponese ha un importante valore artistico e abbiamo pensato di farlo conoscere e apprezzare al vasto pubblico del Settembre Castellano”. Info: tel. 348.5612396.

Info e aggiornamenti sul programma completo del Settembre Castellano: sito Comune di Castel San Pietro Terme e pagina Facebook (clicca “mi piace” per seguire le iniziative); sito Pro Loco  e pagina Facebook.