Imola. La speranza era di riuscire finalmente a togliero lo zero dalla casella delle vittorie nella classifica del girone B di Serie C, invece arriva addirittura una sconfitta per 1. 0 contro il Modena. Certo si trattava di una partita difficile contro una squadra costruita per vincere, ma dai rossoblù ci si aspettava qualcosa di più. Partita molto fisica fin dalle prime battute – ben 5 ammonizioni tutte di stampo gialloblù – con i ragazzi di mister Coppitelli che non riescono a reagire alla spinta dei Canarini. Nell’anticipo di sabato prossimo alle 18.30, l’Imolese è attesa da una sfida cruciale contro il Ravenna.

“Non possiamo essere soddisfatti per la prestazione di oggi, non abbiamo fatto la partita che avevamo in testa – le parole a caldo di mister Coppitelli -. In questo momento, se c’è una forbice tra il massimo che possiamo ottenere e il minimo, noi viriamo sempre verso il basso. Sotto l’aspetto tecnico-tattico abbiamo sbagliato tantissimo ed è questo il rammarico principale. Sapevo che affrontare il Modena oggi sarebbe stato complicato ma spesso, in alcune situazioni, dobbiamo avere più carattere. È vero comunque che anche oggi, alla fine, avremmo potuto strappare anche il pareggio”.

Primo tempo complicato e confuso per l’Imolese. Fin dai primi minuti, è il Modena a fare la partita rendendosi più volte pericoloso dalle parti di Rossi. La prima vera occasione capita sui piedi di De Grazia che, dopo un preciso inserimento, centra l’estremo difensore rossoblù che blocca. Si rimane sullo 0-0 ma i canarini peccano solo in precisione. Il primo acuto dell’Imolese – nonché principale occasione di questa prima frazione – si segnala al minuto 15: sugli sviluppi di calcio d’angolo battuto dalla sinistra, Latte Lath prende l’ascensore colpendo con forza il pallone di testa. Gagno è eccellente nella respinta su cui si avventa Bolzoni che, da pochi centimetri, non riesce ad inquadrare la porta. Anche un pizzico di sfortuna, in questo caso, per i padroni di casa. Al minuto 26, il Modena passa in vantaggio: ancora De Grazia, questa volta sul centrosinistra, fa partire un tiro dai 25 metri che pesca in area di rigore una fortunata deviazione di Rossetti che mette fuori causa Rossi. L’Imolese accusa notevolmente il colpo e, con l’ingresso di Maniero al posto dell’infortunato Marcucci – vistosa fasciatura al ginocchio a fine primo tempo –, Mister Coppitelli prova a cambiare qualche cosa anche a livello tattico. Nessuna reazione e passivo di 0-1 all’intervallo.

I secondi 45 minuti iniziano con una timida reazione dell’Imolese che tenta di rialzare la testa senza però concretizzare quanto creato. La prima vera occasione capita sui piedi di Latte Lath: percussione centrale per il numero 7 che, dopo essersi liberato dei diretti marcatori, prova ad incrociare alla sinistra di Gagno. Il pallone fa letteralmente la barba al palo. I rossoblù ci credono e continuano a spingere. Al minuto 63’ il direttore di gara annulla una rete su presunto fuorigioco di Vuthaj tra le proteste della panchina e dei giocatori in campo. La partita sembra però incanalarsi su un binario statico con il Modena che si accontenta del risultato, rinunciando a ripartire e un’Imolese che fatica negli ultimi sedici metri. Dopo la solita girandola di cambi – da segnalare l’esordio di Ngissah al minuto 72’ – i ragazzi di Mister Coppitelli provano il forcing finale, senza trovare particolari gioie e chiudendo la sfida con il rammarico di non aver concretizzato quanto di buono creato.

IL TABELLINO
Imolese – Modena 0-1
Marcatori: 26’ Rossetti

IMOLESE (4-3-1-2): Rossi; Garattoni, Checchi, Carini, Valeau; Marcucci (dal 27′ Maniero), Bolzoni (dal 55′ Provenzano), Alimi; Belcastro (dal 55′ Tentoni); Padovan (dal 46′ Vuthaj), Latte Lath (dal 71′ Bismark).
A disp.: Libertazzi, Seri, Boccardi, Sall, Della Giovanna, Ingrosso, Schiavi.
All.: Federico Coppitelli

MODENA (3-5-2): Gagno; Politti, Zaro, Perna; Laurenti (dal 74′ Varutti), Davì, Boscolo Papo (dal 74′ Pezzella), De Grazia (dal 68′ Mattioli), Bearzotti; Spagnoli, Rossetti (dal 61′ Tulissi).
A disp.: Pacini, Narciso, Stefanelli, Ingegneri, Cargnelutti, Duca, Sodinha, Ferrario.
All.: Mauro Zironelli

ARBITRO: sig. Garofalo di Torre del Greco

Ammoniti Davì (M), Politti (M), Boscolo Papo (M), Mattioli (M), Perna (M).