Imola. La pista ciclabile del Santerno mette la gomma sull’asfalto. Per il Comune di Imola “Il bando di gara per gli appalti per la realizzazione della Ciclopista del Santerno, da Mordano a Castel del Rio, sarà pubblicato da Area Blu entro il prossimo 15 ottobre ed avrà la durata di giorni 30”.

Paola Freddi, assessore allo sviluppo sostenibile, aggiunge: “il Comune di Imola – ufficio espropriazioni – è già pronto ad emettere il decreto di occupazione d’urgenza delle aree necessarie a realizzare l’opera, al quale farà seguito nel rispetto delle procedure e dei tempi di legge la pronuncia di esproprio”.

Tempi certi, quindi, e impegno diretto dell’Amministrazione comunale su un progetto risalente al 2017 che, dopo il finanziamento ricevuto sulla base del Protocollo delle infrastrutture firmato dalla giunta Manca e dall’allora ministro Graziano Delrio, non aveva avuto significative accelerazioni da parte della stessa giunta Manca.

Lo slittamento delle tempistiche dell’opera – fa sapere l’amministrazione comunale – “rispetto ai tempi inizialmente previsti, è dovuto al reperimento di tutte le necessarie autorizzazioni tra le quali, lo ricordiamo, figurano la concessione aree demaniali e disciplinare tecnico Autorità di Bacino, autorizzazioni paesaggistiche dei vari Comuni, nulla osta del Parco dei Gessi Romagnoli, autorizzazione Consorzio Canale dei Molini e del Canale Lambertini, autorizzazione vincolo idrogeologico, autorizzazioni sismiche su diverse passerelle e guadi distribuiti lungo il tracciato”.

L’ottenimento di tutte queste autorizzazioni ha, nel complesso, allungato i tempi per la validazione del progetto necessaria perché Areablu possa procedere a pubblicare il bando di gara” spiega l’assessore Freddi, che sottolinea “per cui se di ritardi si deve parlare si tratta principalmente di tempi tecnici conseguenti al rispetto della normativa esistente a garanzia dell’ambiente, della sicurezza e della sostenibilità dell’opera progettata e del rispetto delle proprietà pubbliche e private attraversate, che vede il coinvolgimento di un numero rilevante di soggetti, in quanto la ciclopista si sviluppa su un percorso complessivo di circa 40 km”.

L’occupazione d’urgenza delle aree consentirà comunque l’avvio dei lavori fin dalla data della proposta di aggiudicazione dell’appalto, prevista per fine dicembre” fa sapere l’assessore Freddi. “L’Amministrazione Comunale ha a cuore quest’opera che intende realizzare nei tempi necessari all’attribuzione dei finanziamenti pubblici ricordando che, a livello circondariale, c’è stato un confronto con le associazioni agricole che ha portato alla condivisione di un protocollo di intesa teso ad assicurare celerità alle procedure per la realizzazione dell’opera, a ridurre al minimo le interferenze dei lavori della pista con le attività agricole, a definire gli oneri della manutenzione delle aree contigue alla ciclabile”

(Verner Moreno)