Bologna. “Acqua e rifiuti beni comuni. Per la ripubblicizzazione del servizio idrico e della gestione dei rifiuti” è il titolo di un convegno che si terrà sabato 28 settembre a Bologna nella sala Marco Biagi (Baraccano – Via Santo Stefano 119) organizzato dal coordinamento regionale dei Comitati per l’Acqua pubblica dell’Emilia-Romagna e dalla Rete regionale “Rifiuti Zero”, unitamente al Forum italiano dei “Movimenti per l’Acqua”. Si tratta di un importante momento di discussione e riflessione sui temi della ripubblicizzazione del servizio idrico e di quello dei rifiuti. Verrà fatto il punto sulla situazione che si presenta in proposito a livello internazionale, con particolare riferimento alla dimensione europea, per poi concentrarsi sulle vicende relative alle proposte di legge in discussione o presentate a livello nazionale e regionale.

Il programma
1ª sessione ore 10-13
“ Ripubblicizzare è possibile” : le esperienze in Europa e nel mondo con Emanuele Lobina (docente a Greenwich, Londra), Renato Di Nicola (Forum italiano Movimenti per l’Acqua), Pablo Sanchez, (Epsu – Sindacato europeo servizi pubblici), Dante Maschio (Comitato acqua pubblica Barcellona), Enzo Favoino (responsabile comitato scientifico Zero Waste Europe).

2ª sessione ore 14- 16,30

“La ripubblicizzazione dell’acqua e della gestione dei rifiuti in Italia e in Emilia-Romagna” con Paolo Carsetti (Forum italiano Movimenti per l’Acqua), Corrado Oddi (Coordinamento regionale Comitati acqua pubblica Emilia- Romagna), Natale Belosi (Rete regionale rifiuti zero Emilia-Romagna), Andrea Cocchi (Rete regionale rifiuti zero Emilia-Romagna), Silvia Prodi (consigliere regionale, prima firmataria proposta legge regionale), Tommaso Fattori (consigliere regionale SI Toscana, presentatore proposta legge Toscana sull’acqua pubblica).

3ª sessione ore 16,30-19
“La politica e la ripubblicizzazione dell’acqua e della gestione dei rifiuti” – Tavola rotonda
Introduce e modera: Andrea Caselli, Coordinamento regionale comitati acqua pubblica Emilia-Romagna
Con Federica Daga (M5S, parlamentare della commissione Ambiente), Stefano Bonaccini (presidente Regione Emilia-Romagna), Vittorio Bardi (Rete regionale rifiuti zero Emilia-Romagna), Andrea Bertani (consigliere regionale M5S, relatore proposta di legge regionale).