Faenza. Al via l’edizione 2019 di “Dopodomani”, l’iniziativa nata con l’obiettivo di fornire agli studenti delle classi quinte, della Scuola secondaria di secondo grado, alcune indicazioni per affrontare adeguatamente la scelta delicata circa la strada da intraprendere una volta ottenuto il diploma, ed essere così pronti a inizare un nuovo percorso formativo o professionale.

Il progetto, rivolto agli studenti delle scuole superiori di Faenza, è organizzato dalla Fondazione Dalle Fabbriche in collaborazione con Officina – Consulenza per le risorse umane. La parte operativa consiste in un duplice intervento svolto presso le scuole aderenti: nella prima parte (una sessione di 1 ora per classe), orientatori esperti illustrano le possibilità di studio, formazione e inserimento lavorativo a disposizione dopo il diploma, insieme ai criteri per orientarsi tra le tante possibilità, analizzarle e, infine, giungere a una decisione finale; la seconda fase, invece, consiste nella possibilità di rivolgersi a uno sportello individuale (di sabato mattina) nel quale gli studenti hanno a disposizione un orientatore che li aiuta a mettere a fuoco il proprio progetto post diploma e fornisce loro ulteriori indicazioni informative e metodologiche per intraprendere il percorso di scelta.

Il risultato che si intende perseguire è che la scelta degli studenti sia consapevole, fondata su una corretta indagine e comprensione delle tante informazioni esistenti e aperta a diverse possibilità: studi universitari; altri tipi di formazione non universitaria; ricerca attiva di un lavoro.

Dopodomani viene realizzato da un team di formatori e orientatori che uniscono a una esperienza presso diverse realtà aziendali e organizzative una competenza specifica nel rapportarsi al mondo dei giovani. «Il progetto Dopodomani – sottolinea Edo Miserocchi, presidente della Fondazione Dalle Fabbriche – continua per realizzare i suoi obiettivi: dal lato pratico, divulgare le informazioni basilari per orientarsi tra le diverse possibilità che si presentano dopo la Maturità; dal lato educativo, stimolare gli studenti a un’autovalutazione delle proprie capacità e attitudini, oltre a imparare un metodo per raccogliere, esaminare e “setacciare” informazioni e utilizzarle per giungere a una decisione finale su quale strada intraprendere dopo il diploma».

Le scuole coinvolte nell’iniziativa sono il Liceo Torricelli, l’IP Persolino-Strocchi, l’Itip Bucci, l’Its Oriani). Le attività sono iniziate a fine settembre e si concluderanno con la fine dell’anno.