Imola. “Il sindaco Manuela Sangiorgi, una delle città più popolose governate dal Movimento 5 Stelle, si è dimesso, li ha mollati perché non vuole morire burattina del Pd”. A dirlo, sul suo profilo Facebook, è addirittura il leader nazionale della Lega Matteo Salvini. La Sangiorgi del resto sicuramente è “simpatica” a Salvini perché si è dimessa addossando tutte le responsabilità sul Pd e sui “ribelli” pentastellati senza fare un minimo di autocritica.
“Onore al coraggio e alla coerenza. Una bella lezione morale per un Conte qualunque e un Di Maio qualunque”, chiosa Salvini.

A tal punto, non è escluso che la Sangiorgi alle prossime elezioni regionali del 26 gennaio in Emilia Romagna si presenti non con la Lega (lo ha smentito seccamente) in una lista civica alleata al centrodestra a sostegno della candidata presidente Borgonzoni.

(m.m.)