Molinella (BO). Altro squillo per la Intech Virtus Imola che supera in trasferta e dopo un tempo supplementare la Pallacanestro Molinella, con il punteggio di 81-80. I gialloneri danno, dunque, continuità al successo interno contro l’Olimpia Castello, vincendo una partita tosta, molto spigolosa ed in continuo equilibrio. E’ ancora Marco Barattini a segnare i punti decisivi, tra cui gli ultimi 7 dei suoi (a parte un libero di Spampinato). Dall’altra parte è l’ex di turno Guglielmo Giuliani a vestire i panni di Superman: il play biancoazzurro trascina i suoi nei momenti delicati, realizzando, tra le altre, la tripla allo scadere che porta il match all’overtime sul 71-71.

Photo Intech Virtus Imola

La Virtus si presenta al Palazzetto dello Sport di Molinella solo con 9 effettivi a disposizione, a causa dell’assenza di Orlando per influenza e di Piani Gentile, per impegni personali. Coach Regazzi ruota i propri atleti trovando buone cose da Marcone che ha il merito di rilanciare la Virtus superando un momento di difficoltà ed alternandosi con Dalpozzo e Barattini in cabina di regia. Bene anche Biandolino che sgomita sotto le plance offrendo un buon apporto ad Errera. Per il resto, da segnalare tanti errori al tiro ed un gioco spesso spezzettato dai tanti tiri liberi concessi dagli arbitri. Il bello, a livello emozionale, del match arriva nei due fotofinish con Giuliani abile ad impattare al 40’, mentre arriva tardi la sua spettacolare tripla da oltre metà campo, utile solo a definire il punteggio finale. L’Intech aggancia a quota 4 Molinella e si prende gli applausi dei tanti tifosi giunti al seguito.

La cronaca
La gara inizia con le triple di Giuliani ed Agatensi con la Virtus che conduce 7-5 dopo 4’30”. La seconda tripla di serata di Agatensi consegna il massimo vantaggio imolese sul 14-8 quando mancano poco più di 3’ alla prima sirena. Ma all’improvviso i gialloneri si bloccano, subendo un pesante break di 1-13 che fissa il punteggio sul 15-21, che precede il 17-22 con cui ci si ferma per il primo intervallo breve.

Nel momento di maggior difficoltà dell’Intech, Regazzi coglie i frutti del tanto lavoro ed impegno profusi da Filippo Marcone che trascina i suoi nei primi minuti del secondo quarto: il suo coast to coast produce il vantaggio 23-22 dopo circa 2’ di gioco. Quindi si prosegue in mezzo a qualche errore di troppo, che anticipano la liberatoria tripla di Spampinato (a secco fino a quel momento) a metà frazione (29-26). L’ala forte bissa il cesto dalla distanza un minuto dopo per il 32-28. Anche capitan Dalpozzo brucia la retina al 7’ per il +5 (35-30). Negli ultimi minuti di gioco non si segna molto, con i locali che rosicchiano qualche lunghezza per il 37-34.

Al rientro dall’intervallo lungo, Molinella parte bene, scappando sul 37-40 ed obbligando coach Regazzi all’immediato timeout. La tripla di Giuliani mette 5 punti tra le due formazioni con Molinella avanti 40-45 a metà frazione, mentre la Virtus stenta a trovare sbocchi offensivi. E’ la penetrazione di potenza e tecnica di Barattini a riportare avanti i gialloneri sul 46-45 dopo 6’30”. Errera, Agatensi e Lanzi segnano per il 50-53 felsineo con cui ci si ritrova ad inizio quarto periodo.

Molinella allunga con la tripla in apertura di Ranzolin al 2’, mentre Imola impatta con il cesto di Dalpozzo. Inizia una fase molto equilibrata (59-59, 62-62) con cui si giunge a 3’ dalla sirena finale con Andrea Spampinato e Marco Barattini autori dei canestri (potenzialmente) decisivi che lanciano la Virtus sul 69-63 a 2’20” dalla fine. Imola ad 1’ è avanti 70-65, ma i locali riescono a trovare lo spiraglio giusto per infilare la tripla perfetta di Giuliani che rimanda il verdetto ai tempi supplementari (71-71).

Inizio di overtime che sorride agli ospiti con Begic e Barattini che pongono il divario di 5 punti praticamente irrecuperabile per i biancoazzurri. Sul 77-71 Imola ha le mani sulla partita, ma Molinella tenta l’ultimo assalto recuperando fino al 79-75. A 16” dalla sirena, Giuliani tenta l’ennesima prodezza di serata, ma il ferro respinge la palla e sul rimbalzo successivo Caloia subisce fallo. Il lungo locale segna entrambi i tentativi e la Virtus si ritrova la palla in mano sul 79-77. Molinella commette fallo quando li tabellone segna 4” alla sirena. Barattini non fallisce entrambe le occasioni per il tripudio del centinaio di tifosi ospiti. A fil di sirena da segnalare la stupenda tripla da oltre metà campo di Giuliani che, però, risulta inutile.

Vince l’Intech 81-80, dopo un tempo supplementare.

Domenica prossima al PalaRuggi tornerà coach Davide Tassinari con la sua corazzata BMR 2000 Reggio Emilia. Palla a due alle ore 18.

Il tabellino
Serie C Gold – 6° giornata andata
MOLIX PALLACANESTRO MOLINELLA – INTECH VIRTUS IMOLA 80-81 d.t.s. (parziali: 22-17 / 34-37 / 53-50 / 71-71)

Molinella: Tarozzi ne, Grazzi 5, Ranzolin 8, Zuccheri 2, Frignani 7, Gianninoni 8, Bonanni ne, Lanzi 8, Manojlovic 6, Gu.Giuliani 23, Tedeschi 11, Caloia 2. All: Ga.Giuliani

Imola: Dalpozzo 5, Marcone 6, Begic 16, Savino ne, Agatensi 11, Spampinato 12, Barattini 23, Biandolino 2, Errera 6. All: Regazzi

Arbitri: Resca e De Palo

Sesta giornata:
Molix Pallacanestro Molinella-Virtus Spes Vis Pall Imola 80-81 d.t.s.
Bologna Basket 2016-Anzola Basket 85-55
Olimpia Castello 2010-Pallacanestro Fiorenzuola 89-90 d.t.s.
Pol. Arena-Ferrara Basket 65-74
Basket Lugo-Gaetano Scirea Basket 57-83
L.G. Competition-Guelfo Basket
Basket 2000 Re.-Virtus Medicina

Classifica:
Fiorenzuola 12, BMR Reggio Emilia*, Olimpia Castello, Basket Ferrara e Gaetano Scirea 8, Virtus Medicina* e Bologna Basket 6, Intech Virtus Imola, LG Competition*, Anzola, Pol.Arena e Molinella 4, Basket Lugo e Guelfo* 2.

(*gioca 03/11)