Imola. Da sempre al fianco della comunità imolese nel supporto ai servizi per la salute e l’istruzione sul territorio, Sacmi consegna una nuova ambulanza alla Croce Rossa di Imola. Deliberata in occasione del centenario dell’azienda, la donazione suggella un rapporto di lungo corso che – ultimo in ordine di tempo – ha visto fra l’altro la donazione di supporti alla mobilità per la non autosufficienza.

“Offrire un supporto concreto alle diverse fragilità che sempre di più coinvolgono anche il nostro territorio – spiega il presidente di Sacmi, Paolo Mongardi – è l’obiettivo di questa iniziativa, che abbiamo scelto di promuovere in coincidenza con il traguardo così importante del primo secolo di vita dell’azienda”, ad oggi la più grande ed importante cooperativa manifatturiera d’Italia.

Grande soddisfazione è espressa dai vertici della Croce Rossa locale, a partire dalla presidente, Fabrizia Fiumi, entrata nel Comitato di Imola che ha alle spalle 130 anni di storia con il preciso obiettivo di servire la città, all’interno di una Associazione che conta in Italia 672 Comitati e più di 155mila volontari. “Quella donata da Sacmi – spiega Fabrizia Fiumi – è un’ambulanza di ultima generazione, conforme a tutte le normative europee. Grazie ad essa potremo essere ancora più vicini ai cittadini ed adempiere ancora meglio ai servizi che ci sono affidati in convenzione, dalla Ausl e  dal Montecatone Rehabilitation Institute”.

“Trasportiamo  – precisa ancora la presidente – pazienti molto difficili. Per noi è un orgoglio ed un onore essere in grado di fornire loro il miglior servizio possibile. E non vanno dimenticate le centinaia di ore erogate dai nostri circa 290 volontari in termini di servizi di supporto in corsia, come quelli dei clown o degli assistenti ai pasti”.

Ai volontari – personale altamente formato che deve seguire corsi specifici – si affiancano poi i soci sostenitori di Croce Rossa. Non a caso, prosegue Fiumi, “uno dei bacini più importanti di riferimento per la sottoscrizione di nuove quote associative è rappresentato dai dipendenti Sacmi, segno della vicinanza dell’azienda a questa città”.

All’inaugurazione di oggi – cui sono invitate le istituzioni civili e religiose – partecipa lo staff della Croce Rossa di Imola al gran completo: “Vogliamo esserci per rinnovare il nostro spirito di servizio verso la città e ringraziare una realtà come Sacmi che contribuisce in modo determinante, in termini di mezzi ma anche di persone, alla qualità dei nostri servizi”.

Ed è solo l’inizio, conclude la presidente della Croce Rossa Imolese: “Ogni anno con le nostre ambulanze facciamo nove volte il giro della terra. Si tratta di un contributo impagabile, utile e gratificante, che ci sentiamo di dare alla nostra città e agli enti con i quali siamo convenzionati”.