Imola. Sono circa 16mila i cani nel Comune iscritti all’anagrafe di affezione. Un numero davvero significativo che impone una particolare attenzione da parte dell’Amministrazione Comunale.

Spesso si sottovaluta l’importanza che il cane ricopre nella nostra società. Fin dai tempi antichi lo definiamo il miglior amico dell’uomo, ma il rapporto tra l’uomo e il cane è più complesso. L’amicizia del cane verso l’uomo è incondizionata e senza riserve: i cani non solo diventano parte della famiglia che li ospita, ma spesso aiutano i nostri figli a compiere i primi passi, supportano le persone affette da disabilità e rappresentano una fedele compagnia per le persone anziane.

E’ sempre il cane che, grazie al suo infallibile fiuto, supporta le forze dell’ordine nella ricerca di sostanze stupefacenti, esplosivi o persone scomparse. Quando poi si verificano catastrofi ed eventi naturali avversi, sono sempre i cani ad affiancare i soccorsi. Un’amicizia sincera quindi, ma anche un ruolo di servizio per la comunità che va valorizzato.

Verranno realizzate cinque nuove aree sgambatura cani – E’ per questi motivi che l’assessorato alla Sicurezza e all’Ambiente si è attivato per la realizzazione di cinque nuove aree di sgambatura e sollecitato la riqualificazione delle 11 esistenti. Nelle aree di sgambatura, che sono recintate, i cani possono muoversi, correre e giocare liberamente, sotto la responsabilità degli accompagnatori e non devono determinare danni a piante, animali, persone o strutture presenti. Si specifica che nelle aree di sgambatura i cani possono essere lasciati liberi, ma l’accompagnatore deve essere in grado di “condurli”, cioè in caso si comando il cane deve rispondere e obbedire adeguatamente, altrimenti è necessario il guinzaglio.

Le aree di sgambatura permettono ai proprietari dei cani di farli socializzare, in un ambiente sicuro dedicato a le loro esigenze. L’area cani può essere un vero toccasana per il nostro amico e per la sua salute. In queste aree i nostri amici a “quattro zampe” sono liberi di sfogare le energie giocando tra loro, divertendosi e stancandosi nel miglior modo possibile.

Le aree di sgambatura sono previste a Sesto Imolese, all’incrocio tra Via San Vitale e Via Balducci; a Sasso Morelli in Via dei Ciliegi, con l’accesso dal parcheggio della scuola elementare; in via Molino Vecchio, lato via della Resistenza, ingrandendo quella esistente; in Pedagna ovest prospiciente la via Zara (l’area è già utilizzata, ma non essendo recintata è inserita fra le nuove aree da realizzare); in zona centro vicino alla Bocciofila e alla via Venturini.

La sensibilità del Comune – “Queste azioni concrete sono una dimostrazione della sensibilità che l’Assessorato ha sempre rivolto nei confronti dei tanti cittadini che scelgono di accogliere un cane nel proprio nucleo familiare – spiega l’assessore Andrea Longhi, assessore alla Sicurezza ed all’Ambiente -. Nella stessa direzione si sta lavorando di concerto con le Associazioni Cinofile del territorio alla redazione di un regolamento per tutte le aree di sgambatura a gestione comunale e non concesse ad associazioni, questo perché spesso queste stesse aree vengono utilizzate in modo esclusivo da coloro i quali le frequentano abitualmente”.