Pochi mesi fa un libro per ragazzi ha affrontato lo stesso tema trattato da “Il treno dei bambini”. Parliamo di “Tre in tutto” con il testo di Davide Calì e le illustrazioni di Isabella Labate, vincitore del premio Orbil 2019 sezione albi illustrati.

Davide Calì (testo), Isabella Labate (illustrazioni), Tre in tutto, Orecchio acerbo

“Dove si mangia in due si mangia anche in tre”. Una storia fantastica. Una storia vera. La storia di circa settantamila bambini del sud Italia che, finiti il fascismo e la guerra, salirono sui “treni della felicità” per raggiungere, al nord, famiglie di contadini, operai, impiegati che li salvarono da un destino di fame, povertà, malattia. È un bambino a raccontare: la guerra attraverso i boati delle bombe e il fischio delle sirene; la fame; il primo, lunghissimo, viaggio in treno; i canti partigiani e l’incanto del mare e della neve visti per la prima volta. La disperazione per la separazione dal fratello. “E poi, tante signore gentili”. Lo stupore per i due pasti al giorno, per i vestiti nuovi. Il calore di queste “altre mamme” e le lacrime per la separazione al ritorno a casa, al sud. La gratitudine e l’amore fino alla fine. Fino ad oggi.