Imola. Venerdì 8 novembre, un cartellone nel quale vi sono le foto dei componenti della Rsu aziendale della Fp-Cgil, affisso in una bacheca dell’Azienda Usl, è stato oggetto delle attenzioni di qualcuno a cui probabilmente danno fastidio.

“Sono state fatte incisioni con un cutter, è stata ritagliata e rimossa la foto di una delegata ed è stata bruciata la parte raffigurante un altro delegato – sottolinea un comunicato stampa della Fp-Cgil -. Un’intimidazione bella e buona che mette a serio rischio anche l’incolumità di chi frequenta le strutture dell’Azienda Usl, visto che la bruciatura è stata fatta sul cartellone affisso ad una bacheca in legno in un corridoio molto utilizzato, sia dall’utenza sia da chi lavora in Ausl, presso l’ospedale Vecchio”. Un episodio davvero increscioso.

“Per questo abbiamo denunciato la questione al direttore generale dell’Azienda sanitaria Andrea Rossi dal quale siamo in attesa di una risposta per decidere cosa fare – concludono dalla Fp-Cgil -. Riteniamo infatti che l’episodio sia molto grave e non vada assolutamente sottovalutato, nè per l’aspetto intimidatorio nè per quanto riguarda la sicurezza di chi frequenta le strutture sanitarie. Non abbiamo nessuna paura, sia ben chiaro, perché abbiamo il coraggio delle idee, ma vogliamo tutelare le nostre delegate e i nostri delegati, persone che regalano alla Cgil parte del loro tempo libero e che meritano rispetto per quello che fanno e per l’impegno che mettono per la tutela dei diritti delle colleghe e dei colleghi”.