Saremo mai ricompensati di tutte le nostre sofferenze? Calamitati dalla vita ad ottemperare il volubile, avremo soddisfazione nel finale di partita? Siamo di passaggio in questo itinerario incerto e ce lo facciamo bastare, poiché non sappiamo se ci sarà data un’altra eventuale opportunità! Dobbiamo spenderci morigerati per consegnare l’oggi al domani che si spera migliore. Alluvionati, ci costringeremo ad abitare i tetti delle nostre case. Da lassù vedremo i deserti, perché i nostri campi saranno diventati grandi spiagge per greggi in transumanza, dove i nostri contadini si contenderanno l’ombra di una palma o di uno spinoso cactus. Le magagne affioreranno in superficie, lontane dal luogo del loro occultamento. Tutto ci spia! Perché saremo entrati nell’era influente dell’evidente.