Imola. Le copiose piogge degli ultimi giorni hanno alzato il livello dei fiumi portando l’allarme in tutta la Regione, tanto che la Protezione civile ha emanato l’allerta al livello rosso. Il Santerno già nella nottata e nella prima mattinata si presentava minaccioso, come il video di Luisa Cottifogli girato a Fontanelice dimostra, nel scendere verso Imola la massa d’acqua ha portato alla chiusura al traffico del lungofiume fino alla rotonda del Famila e al blocco dei ponti della Tosa e delle Acque minerali. Secondo l’allerta meteo la situazione è sotto controllo e al momento non desta preoccupazione.

Il Santerno a Codrignano (Immagini di Corrado Ronchini)

La situazione (Emilia Romagna meteo)
L’Emilia Romagna meteo segnala che il Samoggia e il Savena sono i corsi d’acqua al momento più pericolosi visto che hanno superato la massima soglia di allertamento e si segnalano già locali esondazioni.

Attenzione in Romagna a Senio e Lamone e al torrente Idice nel bolognese, superano la soglia 2, ma la loro portata è ancora in netto aumento.

Nel bolognese da tenere sotto osservazione la piena del Reno che supera la soglia 2. Nel modenese il Tiepido supera la soglia 2, così come il Secchia ed il Panaro. Nel parmense piena del torrente Rovacchia ma il livello è in calo.

Oltre la soglia 2 di allertamento ma per ora non destano preoccupazione: Ronco, Savio, Montone, Santerno.

Previsioni (https://allertameteo.regione.emilia-romagna.it/ )
Si registrano precipitazioni moderate sul settore centrale della regione, che stanno generando incrementi dei livelli idrometrici in tutte le sezioni montane dei corsi d’acqua centro orientali, dal Secchia al Ronco. Tali precipitazioni saranno in attenuazione nelle prossime ore sulla pianura dove tenderanno a esaurirsi, mentre sui rilievi persisteranno, prima moderate poi in attenuazione, fino a metà mattinata, associate ad un progressivo aumento dello zero termico fino a 1500 m.