Rimini. E così, ad applaudire il leader della Lega Matteo Salvini in perenne campagna elettorale in Emilia Romagna in una sala quasi piena (finora mai in piazza, ndr) al congresso del sindacato di polizia Sap, oltre all’on. Gianni Tonelli ex candidato sindaco e ora consigliere comunale a Castel Guelfo, c’erano anche loro.

Sì sono proprio loro, in seconda fila i fidanzati Simone Carapia, ex capogruppo della Lega che spera ancora in una candidatura alle elezioni regionali del 26 gennaio e l’ex sindaca Manuela Sangiorgi pare proprio transitata armi e bagagli al centrodestra. Tutti e due plaudenti. Evidentemente Carapia, più esperto e in politica da tanti anni (ex An, ex Pdl, ex Forza Italia e ora in Lega), ha influenzato almeno in parte la Sangiorgi nel tempo che sono stati insieme come coppia. Tutto più che legittimo intendiamoci, in politica ci sta eccome.

Magari, per una mera e piccola questione di stile, la Sangiorgi poteva riposarsi un po’ dopo aver sfiduciato, a poche ore dalle sue dimissioni irrevocabili, il suo ormai ex vicesindaco Patrik Cavina per nominare al suo posto Andrea Longhi anche solamente per poche ore. Tutto ciò avrà probabilmente un significato politico che vedremo alle elezioni amministrative della prossima primavera.

(m.m.)