Imola. Si chiama Nicola Izzo, 70 anni, il nuovo commissario prefettizio (il terzo dopo le dimissioni anticipate di Massimo Marchignoli e Daniele Manca per tentare con successo la strada del Parlamento) che dovrà portare la città alle elezioni amministrative di primavera. Arriva in seguito alle tribolate dimissioni, ha mollato dopo nemmeno un anno e mezzo, dell’ex sindaca ormai ex Movimento 5 stelle Manuela Sangiorgi.

Di conseguenza anche il consiglio comunale è sospeso con effetto immediato in attesa del Decreto Presidenziale di scioglimento. Al Commissario, sono conferiti i poteri spettanti al sindaco, alla giunta e al consiglio comunale. Il Commissario prefettizio è atteso ad Imola nei prossimi giorni.

L’ex questore, prefetto e vicecapo vicario della polizia è stato nominato dal prefetto di Bologna, Patrizia Impresa. Izzo, nato a Scafati in provincia di Salerno, è laureato in Giurisprudenza e Scienze politiche. Nel 1967 è entrato in polizia, quindi nel 1995 è diventato questore di Treviso e successivamente di Verona, Torino e Napoli.

Recentemente è stato commissario, sempre in vista delle elezioni amministrative, del Comune di Rovigo (poco meno di 52mila abitanti), da febbraio a maggio di quest’anno lavorando in modo attivo coadiuvato da un commissario vicario e da un sub -commissario.