Imola. Da una costola di Italia in Comune, che conferma la propria stima al sindaco di Parma Federico Pizzarotti anche se non pare un attestato caloroso, ha deciso di ricostituirsi in associazione civica locale (Futuro in Comune Imola) e di presentarsi come lista civica alle elezioni amministrative della prossima primavera.

“Di recente, Futuro in Comune Imola ha partecipato ai tavoli della coalizione di centro sinistra e a quelli programmatici della Piazza delle idee organizzati dal Pd – è scritto in un comunicato stampa -. All’interno di un alleanza con il Pd, Futuro Comune Imola intende accogliere e rappresentare quel mondo civico che fa chiaramente riferimento all’area di centrosinistra. Crediamo che ci sia bisogno di proporre una nuova area civica che basata sui valori di centrosinistra possa offrire ai cittadini, senza tessera di partito, l’opportunità di partecipare in forme libere ed efficaci alla vita politica della città. Noi intendiamo offrire questa opportunità ed invitiamo tutti i cittadini, le associazioni, i comitati e le aggregazioni che desiderano contribuire alla crescita di questo spazio, senza preclusioni per chi ha creduto nel cambiamento alle scorse elezioni”.

Futuro in Comune Imola è già al lavoro sia per organizzare appuntamenti su argomenti di grande interesse per la cittadinanza (a breve il calendario) sia per sostenere la campagna elettorale per la rielezione di Stefano Bonaccini a presidente della Regione Emilia Romagna.

Ed ecco l’organigramma: Giuseppina Brienza – presidente, Giulia Broggini – vicepresidente, Ilaria Lombardi – segretario, Alberto Martini, Claudia Cocchi, Alessandro Broggini, Sabina Amadori – Soci fondatori (Sabina Amadori, assessore della giunta del Comune di Borgo Tossignano, ha contribuito ad aprire una sede dell’associazione anche nella Vallata del Santerno). Del direttivo, almeno al momento,  non fa parte l’ex assessora Annalia Guglielmi.