Dozza (BO). Sono ben 26.550 gli euro devoluti in beneficenza dal comitato “Arzdore” di Dozza, praticamente tutto il ricavato della festa annuale, detratte le sole spese.

A beneficiarne sono state: Pro Loco Dozza (€ 2.000), ANT (€ 500), Scuole del territorio comunale: Elementare “G. Pulicari” di Toscanella (€ 1.000), Materna “G. Rossa” di Toscanella (€ 1.000), Media “A. Moro” (€ 1.000), Elementare “G. Pascoli” di Dozza (€ 1.000), Scuola Materna “Toschi Cerchiari” di Dozza (€ 1.000), Scuola Parrocchiale “Sacro Cuore” di Toscanella (€ 1.000), Parrocchia Dozza (€ 4.000 oltre alle rimanenze della Festa), Prof. Strippoli Università di Bologna – per la ricerca sulla sindrome di down (€ 4.000), Casa “Guglielmi” (€ 3.000), Associazione Assigulliver – Sotos – Associazione sindrome di Sotos (€ 3.000), Ave Selva – Cooperativa di solidarietà sociale – Comunità Roncadello (€ 1.000), San Giacomo per progetto in Africa (€ 1.000), Chiaramilla – Pet Terapy Ospedale di Montecatone e dintorni (€ 1.000), Associazione “Insieme per un futuro migliore” per Progetto Mikita (€ 1.000).

“La serata di consegna delle somme raccolte – commenta il Sindaco Luca Albertazzi – può essere considerata la vera ‘Festa delle Arzdore’, in quanto ne evidenzia in pieno lo scopo: la solidarietà e l’aiuto degli altri. Questo è molto importante per la cittadinanza tutta perché permette di comprendere che il tema della cultura eno-gastronomica riveste un aspetto marginale di questo evento, senza tuttavia sminuirne l’importanza per la promozione del paese. L’Amministrazione Comunale ringrazia di cuore le Arzdore e tutti i volontari che rendono possibile tutto ciò. La serata di consegna dei fondi è estremamente interessante perché viene spiegato come verranno utilizzate le somme donate. Una cosa molto bella è la varietà di soggetti beneficiari, si va da enti di ricerca ad associazioni di volontariato a istituzioni scolastiche a casi singoli. La partecipazione a serate di questo genere consente una reciproca conoscenza e avvia un sistema di interrelazioni unico, facendo appunto comprendere l’importanza, per Dozza, della ‘Festa delle Arzdore’. Per l’amministrazione comunale è un vanto che il nostro paese sia al centro di tutto questo”.