Imola. È in programma domenica 1 dicembre, presso il centro sociale “La Stalla”, un pranzo di beneficenza a favore dei progetti di “A mani libere”. Un’associazione nata dalla volontà di due genitori, Enrico e Claudia, che scoprono che la loro piccola, Anna, a soli 26 mesi, è affetta da autismo. Una patologia difficile da affrontare e fino a pochi anni fa nemmeno considerata tale.

La famiglia di Enrico e Claudia, assieme al fratellino più grande Matteo, decidono quindi di dare un futuro più sereno possibile a loro figlia creando una realtà che raccolga soluzioni per questa patologia ancora troppo sconosciuta. “A mani libere” è presente nel territorio faentino e nel circondario imolese e, grazie al sostegno degli sponsor, si riescono già a vedere alcuni risultati tangibili ottenuti dalla realtà faentina.

All’appuntamento del prossimo 1 dicembre (menù completo a 20 euro) ci saranno diversi intrattenimenti sia per i piccini che per i più grandi. La musica è organizzata dal “Baobab Trio Live”, mentre l’animazione dallo Staff di Tatafata.
Per prenotazioni è possibile chiamare il numero 389.5184220.

(Aris Alpi)