Castel Bolognese (RA). Sono ben 7.500 gli euro distribuiti dall’associazione “Amici della Terra”, frutto dell’iniziativa “Festa della fiorentina e del sangiovese” svoltasi il 6 e 7 aprile scorsi. La cerimonia di consegna dei contributi si è svolta a Castel Bolognese nella mattinata di venerdì 29 novembre, nella sala Don Garavini della BCC della Romagna occidentale, tra i principali partner dell’iniziativa.

Ad introdurre l’incontro è stato il presidente della Bcc Romagna Occidentale, Luigi Cimatti, che ha sottolineato il valore comunitario della cerimonia: “Ospitiamo questa iniziativa sempre con piacere, in particolare quest’anno perché anche la nostra banca presenta delle novità, l’adesione al gruppo ‘Credito cooperativo italiano’ e un nuovo logo, che vanno nella direzione del consolidamento della nostra autonomia, dell’essere la banca del territorio animata da un nuovo spirito e da solidi tradizioni”.

Da sinistra, Luca della Godenza (sindaco di Castel Bolognese), Luigi Cimatti (presidente Bcc RO), Francesco Farolfi (presidente “Amici della Terra)

“L’attività dell’associazione ‘Amici della Terra’ – ha continuato Cimatti – è importante perché promuove un mondo, quello agricolo, al quale la nostra Banca cooperativa è storicamente legata fin dalle origini, nel 1904. Dall’impegno degli agricoltori nasce valore e dal loro spirito di solidarietà nasce questa festa che ogni anno destina importanti risorse alle associazioni del territorio. Diceva Gandhi ‘Dimenticare come zappare la terra e curare il terreno significa dimenticare se stessi’, molte volte siamo presi da mille cose e ci dimentichiamo quelle veramente importanti, ma per fortuna ci sono questi volontari che con il loro impegno continuano a curare questo territorio”.

“Agli ‘Amici della terra’ e a tutte quelle associazioni che hanno collaborato devo fare un doppio ringraziamento – ha affermato Luca Della Godenza, sindaco di Castel Bolognese -. Innanzitutto perché con la ‘Festa della fiorentina’ contribuiscono a rianimare il nostro centro storico e a rilanciare il tema dell’agricoltura e della sostenibilità, poi perché alla fine di questo percorso fanno la cosa più preziosa, restituendo ciò che hanno guadagnato alla comunità, attraverso le associazioni del territorio. L’Amministrazione comunale si impegna in un’ottica di condivisione e facilitazione di tutte quelle che sono le attività associative ed economiche perché senza loro Castel Bolognese non sarebbe quella comunità coesa che tutti riconoscono”.

Francesco Farolfi è il presidente dell’associazione “Amici della Terra” che da 16 anni organizza la “Festa della fiorentina e del sangiovese”, un appuntamento, giunto nel 2019 alla quattordicesima edizione: “Siamo una realtà che rappresenta le tre associazioni agricole, nata quasi per gioco per promuovere la nostra comunità e col tempo è diventata una cosa importante. Voglio sottolineare il ruolo fondamentale dei volontari, degli sponsor, della Banca che fin dal primo anno ha creduto in noi e dell’Amministrazione comunale. Ciò che facciamo ci riempie di soddisfazione. Questa edizione è stata particolarmente generosa e oggi siamo pronti a distribuire 7.500 euro. Ora l’appuntamento è per il prossimo anno nel primo fine settimana di aprile”.

“Le feste sono sempre delle iniziative molto belle – ha concluso il parroco di Castel Bolognese don Marco Bassi -, Se poi fanno anche del buono diventano un’eccellenza. La vostra festa sta diventando una bella tradizione per il nostro paese e un fattore importante per la vita associativa della comunità, grazie agli utili che ogni anno vengono distribuiti”.

I beneficiari
“Pacco anonimo alimentare”, donazione consegnata al parroco don Marco Bassi della parrocchia S. Petronio da destinare a persone bisognose tramite la Caritas.

“Viviamo in positivo”, gruppo con sede a Forlì di clownterapia che opera in gran parte del territorio romagnolo.

Associazione genitori Castel Bolognese a supporto dell’attività di integrazione scolastica per ragazzi con difficoltà di apprendimento.

Associazione sportiva dilettantistica Disabili Faenza, in particolare per lo sviluppo dell’attività di Baskin.

Ior, per l’attività di supporto a malati e familiari e per la ricerca contro i tumori.

Unitalsi, supporto a persone anziane e sole e servizio di trasporto in occasione dei pellegrinaggi e non solo.

Associazione Alzheimer Imola, per l’aiuto a malati e familiari.

Associazione Autismo Faenza Onlus, per supporto a ragazzi e famiglie.

Fc Sparta Castel Bolognese, per il sostegno all’attività calcistica del paese.

Associazione sportiva basket Castel Bolognese, sostegno per l’avviamento e lo sviluppo del basket tra le fasce più giovani.