Il professor Guido Brbujani dell’Università di Ferrara

Imola. Giovedì 12 dicembre, alle 20.30, nella sala delle Stagioni, si terrà il terzo incontro sui temi delle migrazioni avente per oggetto “Di razza ce n’è una sola. Accoglienza, Integrazione, Razzismo”, relatore Guido Brbujani, professore dell’Università di Ferrara.

L’incontro è parte di un ciclo di quattro appuntamenti per la chiarezza e contro le strumentalizzazioni sui temi delle migrazioni organizzato da Centro Studi Alcide De Gasperi, Associazione culturale Imprese e Professioni, Università Aperta con l’adesione al progetto della Biblioteca Comunale di Imola che, condividendo la straordinaria attualità dei temi trattati e riconoscendo la qualità degli interventi e dei relatori individuali, offre la sede di una conversazione e cura la stesura di una bibliografia del fenomeno migratorio attuale e vetrine tematiche. Contribuisce alla realizzazione della iniziativa la Legacoop Imola offrendo la sede di tre conversazioni.

Lo scopo degli incontri, aperti a tutti, è quello di capire insieme se si può coniugare immigrazione e sicurezza.

Le migrazioni, generate da situazioni economiche, da cambiamenti demografici e climatici, da conflitti e persecuzioni politiche, secondo alcuni studiosi saranno una delle caratteristiche principali di questo secolo. Oggi sono una materia sulla quale il vento della propaganda soffia molto forte.

Il cambiamento climatico ed i mutamenti demografici conoscono sviluppi diversi in alcuni continenti. Mentre l’Europa invecchia, l’Africa raddoppierà la propria popolazione nei prossimi decenni. Ma in alcune regioni africane non è possibile raggiungere nessuna fonte di acqua nell’arco di un giorno.

Qual è la differenza tra migrazioni economiche e il fenomeno dei profughi e richiedenti asilo? E’ possibile accogliere tutti? E’ possibile non accogliere nessuno? Il futuro dipende anche da noi.