Giacché umanamente son provato, cerco la cura. Perciò riscrivo il mio pensiero per non farmelo sembrare così severo! Sempre tirato all’osso, motivo ogni mia istanza perché spero che avvenga, in soccorso, il miracolo della sostanza. Chiamo allora in causa, nella filiera del pensiero, le parole… Vuoi mai che, al loro passaggio, non possano forgiare l’indispensabile in panacea del necessario? Sì! Mi convinco. Mi occorre una preghiera che mi anestetizzi alla lunga attesa. Donde il mistico sacrificio ceda endorfine alla muliebre speranza.

(Sante Boldrini)