Imola. È l’associazione “Amici Spirituali e Amici di Padre Luigi Zoffoli” a lanciare un urgente allarme per la situazione che affligge alcuni senzatetto, i quali hanno costruito un riparo di fortuna in Galleria Risorgimento. Lo fa tramite il suo presidente, Francesco Grandi, da anni in linea contro degrado e abusi sociali.
“Da settimane c’è un uomo che dorme a terra, su un materasso fradicio, con un cumulo di sporchi stracci, nella speranza di riuscire a contrastare l’ondata di gelo di questi giorni.”


Così esordisce Grandi nel suo comunicato-allarme. “Mi chiedo la pietas e la caritas dove siano finite” denuncia preoccupato il cittadino, spiegando come l’uomo, che dovrebbe essere di nazionalità straniera, si trovi inoltre in serie condizioni di salute: “Fatica a deambulare, tanto che alcuni suoi conoscenti lo accompagnano nei vicini bagni” continua Francesco Grandi. “Questa persona vive all’addiaccio da chissà quanto tempo, anche le persone che si occupano di lui sono senza dimora. Dormono in alcune case diroccate dietro la stazione ferroviaria.” ci tiene a spiegare il Presidente dell’Associazione “Figli Spirituali e Amici di Padre Luigi”.
Infine, Grandi non risparmia una stoccata ai suoi concittadini. “Sembra incredibile, ma nel 2020 c’è chi può morire di freddo in una città come Imola. È inaccettabile che una persona malata e fragile sia lasciata in queste condizioni”.
Purtroppo, la Galleria Risorgimento, contesto già noto ai “piani alti”, ospita da tempo bivacchi di senza tetto. Nei mesi scorsi, era stato predisposto uno “sgombro” ad un’altra persona, poi spostata in un luogo, ci si augura un po’ più accogliente e pulito.

(Aris Alpi)