Saranno i giovani a chiudere la rassegna “Sere d’Autunno” di Tilt al Teatro Lolli, sabato 21 dicembre alle 21 e domenica 22 alle 17 con “Il tempo delle streghe”.

“Amleto”? Oh no, molto più magico! “La tempesta”? Siete fuori strada, è tutto più movimentato! “Macbeth”? Eh, ci stiamo avvicinando, ma queste streghe hanno decisamente più senso dell’umorismo, anche se le loro magie restano alquanto… confuse. Fra la brughiera e le montagne restate in guardia, è arrivato il tempo delle streghe!

Lo spettacolo è la conclusione del laboratorio condotto da Federico Caiazzo con il gruppo dei giovani di Tilt nei mesi scorsi. Realizzato con la collaborazione di alcuni partecipanti al testo, scritto da Alice Rizzo e alla regìa (Matteo Moschini e Alex Bigini), si preannuncia originale e divertente.

L’opera include, in maniera assolutamente fresca e non “polverosa”, i topoi (alcuni diventati ormai cliché!) di diversi testi shakespeariani. Su tutti Amleto e Macbeth, con il linguaggio rapido e la comicità talvolta nonsense delle parodie, poliziesche e non, anglo-americane (ad esempio di Robin Hood – Un uomo in calzamaglia, Una pallottola spuntata, Hot Shots!, Tropic Thunder, Mr. Bean e, perché no?, anche di alcuni episodi de I Simpson).

Numerosi spunti e alcune gag sono nati da un esercizio particolare svolto lavorando su alcuni dialoghi-cardine dell’Amleto. Quello fra Amleto e Ofelia (atto III, scena 1) o fra il primo e la Regina Gertrude (atto III, scena 4). I dialoghi sono stati oggetto di uno strano input-provocazione: coinvolgere da due a  quattro personaggi, dotando ciascuno di questi di un alter-ego che commenta, si espone, sbraita, si terrorizza o suggerisce al “padrone” il da farsi. I risultati sono i più disparati. In alcuni casi è aumentata la rabbia del protagonista, in altri i personaggi, che nella storia originale soccombono, trovano il coraggio di tenere testa al rivale ottenendo un cambio di narrazione della storia. Una risata strappata a chi guarda; ancor più frequente, è lo stupore nell’osservare la forza e la verità nuove che queste scene assumono. Un lavoro che ben presto si è rivelato non da svolgere, ma da stravolgere. Con la volontà di strappare altre risate!

In scena: Alex Bigini, Letizia Bassi, Lucrezia Bonsenso, Maria Castellani, Luca Cesani, Chiara De Ninno, Chiara Masina, Gloria Menduni, Matteo Moschini, Alice Rizzo, Laura Tranchini, Matteo Toschi, Sofia Zani, Davide Zavagli.

L’ingresso agli spettacoli è riservato ai soci dell’associazione Tilt. Gli spettacoli si svolgeranno al Teatro Lolli in Via Caterina Sforza 3 ad Imola. Ingresso a offerta libera.

Informazioni e prenotazioni: Teatro Lolli – Via Caterina Sforza, 3 – Imola – info@tiltonline.org – oppure cell. 340 5790974 ore serali – www.tiltonline.org