Castel San Pietro. Con sentenza n. 137/19 del 20 dicembre 2019, il Tribunale di Bologna ha dichiarato il fallimento della società, nominando Giudice delegato il Dott. Fabio Florini e Curatore fallimentare un collegio composto dal Dott. Antonio Gaiani (lo stesso della Cesi, ndr) e dal Prof. Dott. Luca Mandrioli, già Amministratore giudiziario.

Con la medesima sentenza il Tribunale di Bologna ha altresì disposto la continuazione temporanea dell’attività economica d’impresa autorizzando l’esercizio provvisorio di cui all’art. 104 l. fall. al fine di preservare la continuità aziendale con l’obiettivo di evitare che venga dissolta l’organizzazione produttiva nelle sue componenti di occupazione, tecnologiche e di avviamento.

“Stante, a tutt’oggi, la mancata disponibilità da parte del sistema bancario a concedere nuova finanza – continua la nota stampa – sebbene assistita dalla garanzia della prededuzione, il pagamento delle retribuzioni dei lavoratori dipendenti di prossima scadenza potrà essere reso possibile solo a seguito dell’incasso dei crediti di futura esigibilità. Sarà compito della curatela fallimentare attivarsi quanto prima al fine di presentare la domanda di Intervento Straordinario di Integrazione Salariale per crisi aziendale”.

(Verner Moreno)