Da sinistra Valerio Giovetti, Federica Boccia, Andrea Longhi e Stefano Buscaroli

Imola. Nonostante la pesante vicenda politica delle dimissioni dell’ex sindaca Manuela Sangiorgi (passata in breve tempo da grillina a salviniana di ferro, ndr) un gruppo di una cinquantina di persone, nel quale ci sono diversi ex del Movimento 5 stelle di Imola che l’hanno sostenuta fino all’utimo, hanno ancora voglia di fare politica. Così hanno costituito l’associazione “Valori Comuni” che, come spiega la presidente Federica Boccia ex consigliera pentastellata “ha lo scopo di avvicinare i cittadini alla politica partendo dal basso. L’esperienza che abbiamo fatto nella Pubblica Amministrazione ci ha lasciato più carichi che delusi. Siamo in un momento di trasformazione, che può portare a una società migliore e più giusta, se sapremo sfruttare le opportunità ed evitare i rischi. Noi siamo convinti che per arrivarci non si debba delegare tutto alle grandi forze politiche, ma occorre invece mantenere l’azione dal basso. Nei prossimi mesi abbiamo intenzione di dialogare con enti, gruppi e associazioni che già da tempo operano per il bene della collettività. Nel breve periodo organizzeremo una serie di incontri pubblici su argomenti quali quello sulla nuova tecnologia 5G per la telefonia mobile che si terrà il 15 gennaio, a Borgo Tossignano alle 20.45 e in seguito il 1° febbraio sugli animali da affezione sempre a Borgo Tossignano”.

Le menti più politiche del gruppo che si è presentato ufficialmente il 14 gennaio in conferenza stampa sembrano l’ex assessore, talmente stimato dalla Sangiorgi da nominarlo vicesindaco l’ultimo giorno di mandato Andrea Longhi e gli ex consiglieri lealisti M5s Valerio Giovetti e Stefano Buscaroli.

“Ormai si sta tornando a una contrapposizione, a livello nazionale e anche a Imola alle prossime elezioni amministrative di primavera, fra centrosinistra e centrodestra – ragiona Giovetti -. Il Movimento 5 stelle è in un momento di oggettiva difficoltà, specialmente a livello locale non potrà certamente puntare a vincere le elezioni -. Noi comunque non saremo la stampella di nessuno, nè una lista civetta”.

Quindi non vi presenterete alle elezioni amministrative di primavera? “Vedremo se in questi mesi susciteremo interesse fra la gente e l’opinione pubblica con le iniziative che abbiamo già in programma fino ad aprile”, risponde Longhi lasciando uno spiraglio.

Pare chiaro uno stacco dal Movimento 5 stelle locale, visto pure che due persone del direttivo, Giovetti e Luciana Franceschini, sono stati da un paio di mesi  allontanati da tale forza politica. “Ma ad esempio l’ex assessora alla Scuola Claudia Resta mi ha chiesto se parteciperemo a un evento sulla scuola, personalmente ci andrò, ho mantenuto buoni rapporti con la Resta”

E se all’associazione “Valori Comuni” volesse aderire anche l’ex sindaca Sangiorgi? “Per ora non ci è arrivata alcuna richiesta in tal senso – spiega Giovetti -. Viste le sue recenti posizioni politiche, avrei molte difficoltà ad accettarla”. “Questa è una posizione personale di un componente del direttivo”, smorza subito Longhi. Insomma, se ne discuterà, specie se sboccerà l’idea di presentare una lista civica alle amministrative, se alleata con qualcuno (difficilmente centrosinistra o M5s) o del tutto indipendente.

Il Consiglio direttivo dell’Associazione, eletto dai soci fondatori, per i primi due anni è formato da Federica Boccia (Presidente), Andrea Giustinelli (Vice-Presidente), Luciana Franceschini (Tesoriere), Valerio Giovetti (Consigliere), Luca Antimi (Consigliere).

(m.m.)