Imola. Evidentemente si era messo in testa di giocare a fare il piccolo Marine. Un minorenne ha procurato panico nel parco dove c’erano alcuni bambini che giocavano con i genitori che li accompagnavano, poi è ritornato a casa. Ma intanto era state avvisate le forze dell’ordine che si sono attivate nel pomeriggio del 15 gennaio perché verso le 14.30 un giovane vestito con un giubbotto mimetico e armato di un fucile d’assalto, era stato visto aggirarsi con fare sospetto all’interno del parco pubblico frequentato da famiglie e bambini.

Le ricerche sono terminate poco dopo, quando i carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile di Imola, coadiuvati dai militari della Stazione di Casalfiumanese, hanno individuato l’autore del gesto in un minorenne all’interno di un appartamento situato nelle vicinanze del parco da dove era scattato l’allarme. Il ragazzo, studente incensurato, dopo aver ammesso le proprie responsabilità, nate da un passatempo, si è scusato con i carabinieri per aver procurato il panico. L’indumento mimetico, simile a un giubbotto antiproiettile, e il fucile d’assalto sono stati sequestrati. Il fucile d’assalto è finto, ma molto simile all’originale, perché è la riproduzione fedele di un modello in uso alle Forze Armate. Il fucile in questione spara colpi di plastica ed è stato prodotto per l’attività sportiva, ludica e ricreativa del “Softair”. E’ stato segnalato per procurato allarme.