Faenza. “A voj scorar in dialèt!”: un corso di dialetto romagnolo curato da Alfonso Nadiani e frutto di un progetto ideato da Distretto A, volto a rendere consapevoli i partecipanti riguardo le proprie radici romagnole.

Giunto alla sua terza edizione, il corso, che comincerà il 5 febbraio fino al 26 febbraio compreso, mantiene lo stesso format: 4 sere dedicate non solo al dialetto ma anche alla cultura, agli usi e ai costumi della nostra Romagna, con docenti diversi (cambiano di settimana in settimana) in base ai temi trattati: nella prima lezione si parlerà infatti di poesia e teatro, nella seconda di amore e sesso in Romagna, nella terza degli autori del dialetto romagnolo e nella quarta e ultima gli studenti potranno leggere un testo in prosa che verrà distrbuito loro la prima sera del corso .

I corsi si terranno allo spazio Coworking Quazar di via Emiliani , e le iscrizioni (tramite form online, dal costo di 55 euro ) sono aperte a tutti: per info contattare distretto.a@gmail.com oppure chiamare il 335.345811.

(Annalaura Matatia)