Bagnacavallo (RA). Dopo il servizio sul Tg regionale su Rai3, l’iniziativa “5 kg di frutta e verdura per un pugno di mozziconi” finisce anche su “Striscia la notizia”. La trasmissione di Canale 5 ha da tempo lanciato la campagna “No mozziconi a terra” alla quale stanno aderendo molti Comuni italiani.

Ma la vera novità del progetto lanciato dalla “Valle delle Albicocche” e da Cambiavento è l’avvio della sperimentazione sul riciclo di questo genere di rifiuti. Nei prossimi giorni partiranno due tipi di sinterventi. Grazie ad Oreste, tecnico aeronautico, e alla sua azienda, Tetra, verranno effettuate le prime prove di Carbonizzazione idrotermale dalla quale si ricaverà un liquido, che potrebbe essere usato nei biodigestori per produrre energia elettrica, e del carboncino da utilizzare come colorante o combustibile.

Contemporaneamente con Devis Tronconi, un tecnico di Conselice (Ra) che ha predisposto una macchina che in automatico permette di separare dai mozziconi i filtri dal restante tabacco, si testerà questa procedure . Il Tabacco una volta lavato può essere usato come ammendante in agricoltura, mentre i filtri possono essere lavorati per farne del materiale coibentante per edilizia o lavorati nella carbonizzazione idrotermale.

L’opera d’arte
Intanto il giovane artista modenese, Matteo Zini, che nelle settimane scorse ha ritirato quasi 15 chilogrammi di mozziconi, sta procedendo nella realizzazione di un’opera d’arte una bellissima mela rossa, che verrà messa all’asta nel corso di una festa che si terrà ad Imola in primavera. Il ricavato della vendita dell’opera sarà donato ad una scuola imolese con la quale stiamo collaborando per la raccolta dei mozziconi.

La raccolta
Ad oggi sono stati raccolti oltre 60 kg di mozziconi e distribuiti in totale 1600 kg di prodotti, in parte destinati a sostenere famiglie in difficoltà. Chi li ha consegnati ha ricevuto in cambio frutta e verdura. 114 persone hanno consegnato le cicche, dalla provincia di Firenze a quella di Rovigo, da Bologna a Ravenna fino a Ferrara e Rimini.

Gli ultimi 100 kg di prodotti, in particolare susine, sono state consegnate al comandante della Polizia provinciale di Ferrara, Claudio Castagnoli, che, tramite l’Emporio Solidale, gestito a Pomposa dall’associazione il Mantello, saranno distribuite nell’ambito della settimanale spesa solidale finalizzata ad azioni di contrasto alla povertà ed a sostegno di 78 famiglie e 184 persone di cui 59 minori. Chiaramente Emporio Solidale, in collaborazione con l’Avis provinciale e il Corpo della Polizia provinciale si sono impegnati nella raccolta di mozziconi da consegnare a Domenico Errani della Valle delle Albicocche.

Ma l’iniziativa ha ormai varcato i confini emiliano romagnoli. “La Potentina“, una Asd di bocce e tennistavolo, di Potenza ha scritto: “Abbiamo sentito parlare della vostra iniziativa sulla raccolta e sul riciclo dei mozziconi di sigaretta. Vorremmo partecipare anche noi, inviandovi il quantitativo di 500g, pur senza ricevere in cambio la frutta, per evitare spese e impatto ambientale vista la distanza tra le nostre sedi. La nostra struttura è immersa in una villa comunale, la Villa di Santa Maria, già orto botanico nell’800. Per questo vorremmo che il nostro già rispettoso comportamento avesse una ulteriore ricaduta ecologista”.

Dal mese di febbraio la raccolta continuerà con nuove modalità, visto l’esaurimento dei prodotti messi a disposizione dalla “Valle delle Albicocche”, che verranno comunicate nei prossimi giorni.

Per aderire alla campagna scriveteci a info@lavalledellealbicocche.it. Per ulteriori informazioni tel. 334.1308514 – www.lavalledellealbicocche.it.