Bologna. Valerio Zanotti e Mario Zaccherini sono stati assolti dall’accusa di diffamazione mezzo stampa ed omesso controllo avanzata da Formula Imola e dal suo presidente Uberto Selvatico Estense in merito all’articolo “Autodromo e spoil system” pubblicato il 27 agosto 2018 sulla testata leggilanotizia.it. Mercoledì 5 febbraio, il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Bologna, dott. Sandro Pecorella, a seguito del giudizio abbreviato chiesto dall’imputato, ha assolto Zaccherini Mario, difeso dagli avvocati Pietro Insolera e Carlo Maria Pulixi, in relazione all’imputazione di diffamazione a mezzo stampa, perché il fatto non sussiste.

Lo stesso giudice ha emesso sentenza di non luogo a procedere, in sede di udienza preliminare, con la medesima motivazione, quanto al reato addebitato a Valerio Zanotti nella sua qualità di direttore del giornale online, di omesso controllo sul contenuto della pubblicazione (art. 57 codice penale). Il direttore di leggilanotizia.it è stato difeso nel procedimento penale dall’avvocato imolese Vittorio Mazza.

Le motivazioni delle due sentenze saranno depositate successivamente, ma si ritiene che il giudice abbia ritenuto l’articolo del tutto privo di valenza offensiva, sconfessando quanto sostenuto dai querelanti.

In entrambi i procedimenti, Selvatico Estense e Formula Imola S.p.a. si erano costituiti in giudizio come parte civile, con l’avv. Giuseppe Girani, chiedendo inoltre un risarcimento dei danni, quantificati in € 15 mila a favore di ciascuno di essi, che ovviamente non è stato accolto.

Valerio Zanotti e Mario Zaccherini esprimono piena soddisfazione per aver visto riconosciuta la propria correttezza e innocenza in sede giudiziale.