Imola. Dopo la presa di posizione dei sindacati in merito ai trasporti interni all’ospedale di Imola, arriva la risposta dell’Ausl. “Nessun disagio per i cittadini e nessuna sospensione del servizio, ma aggiustamenti organizzativi per migliorare in flessibilità e tempestività. La modifica organizzativa intervenuta dal 3 febbraio scorso, già comunicata venerdì 31 gennaio al tavolo decentrato, risponde anzi all’obiettivo di migliorare complessivamente la qualità del servizio e la flessibilità organizzativa”.

“Già nel marzo 2019 era stata condivisa con i rappresentanti sindacali e gli operatori del Pronto Soccorso l’opportunità di riattribuire a personale interno il trasporto nell’area, in particolare verso e dalla Radiologia, per garantire la massima flessibilità e tempestività alle attività di emergenza urgenza. Questo ha comportato l’inserimento in organico di 3 operatori ausiliari – continua la nota dell’Ausl -. Un aggiustamento organizzativo che ha dato buoni risultati e che si è ritenuto di estendere anche al trasporto verso tutti i reparti, nella sola fascia oraria 20-24, in cui la richiesta è in media di 3 trasporti”.

In conclusione la direzione aziendale ribadisce alle organizzazioni sindacali la piena disponibilità al confronto nelle sedi deputate.