Faenza. Sta per prendere il via “Formagiovani”, un ciclo di lezioni e laboratori tutti dedicati all’utilizzo consapevole delle tecnologie digitali e dei social network che si terrano tra febbraio e marzo, coinvolgendo venticinque classi prime e otto terze della scuola secondaria di primo grado (scuole medie) della Romagna faentina, per un totale di 813 alunni/e.

L’iniziativa, che vedrà la partecipazione diretta anche di docenti e genitori degli alunni, è realizzata a cura del servizio Informagiovani della Romagna faentina con il supporto di “Psichedigitale”, associazione di promozione sociale impegnata nello studio dell’interazione fra l’uomo e le tecnologie digitali e nel proporre interventi a sostegno della salute psico-fisica nell’intero ciclo di vita, e di Elvis Mazzoni, professore associato dell’università di Bologna ed esperto di tecnologie digitali.

Si tratta di un’offerta formativa qualificata resa possibile grazie al finanziamento della Regione Emilia-Romagna per le Politiche giovanili, riconosciuto per la qualità del progetto presentato dall’assessorato alle Politiche giovanili dell’Unione della Romagna faentina.
La proposta progettuale e la metodologia di lavoro- messe a punto e condivise direttamente con gli Istituti Comprensivi- prevede una presentazione al corpo docenti, tre incontri di due ore in classe, tre ore, sempre all’interno della propria classe, in cui ragazzi e le ragazze si attivano come “peer educators”(educatori alla pari) per proporre le attività progettate e, infine, due ore di incontro serale assieme ai genitori di sensibilizzazione sul tema e restituzione del percorso svolto con i ragazzi.

(Annalaura Matatia)