Imola. Purtroppo ogni tanto succede che qualche delinquente tenti di approfittarsi della buona fede di persone fragili. E’ di pochi giorni fa la segnalazione dell’Asp che alcune persone si sono presentate come volontari dell’Auser a una persona trasportata abitualmente e abbiano chiesto soldi a nome dell’Auser. Una truffa bella e buona, senza alcun fondamento

“Mai nessun volontario è autorizzato a chiedere soldi alle persone alle quali offriamo un servizio gratuito – spiega il presidente dell’Auser Giovanni Mascolo -. Al contrario, anche se  ce li vogliono dare, noi consigliamo di fare – un  bonifico in banca per l’associazione”