Bologna. Si è conclusa mercoledì 12 febbraio, la prima parte del concorso Sabo Rosa 2020, il tradizionale riconoscimento giunto alla sua undicesima edizione che, in occasione della Festa della Donna, viene conferito a una lavoratrice del mondo dei trasporti. Il “premio” consiste in un esemplare unico dell’ammortizzatore Sabo tinto di rosa e in un pranzo in onore della vincitrice.

La premiazione del Sabo Rosa 2018

Dopo la fase delle candidature comincia la seconda parte che permetterà, fino alle ore 12.30 di venerdì 28 febbraio, di votare on line per la candidata preferita. Sei le partecipanti a questa undicesima edizione: Stefania Bartolini di Imola (Bo), Manuela Brunner di Kurtatsch (Bz), Angela Cozzolino di Sassuolo (Mo), Patrizia Giancaterino di Penne (Pe), Suzanna Howard di Solbiate Olona (Va) e Giada Pandolfini di Riccione (Rn).

Le prime tre con il maggior numero di voti ottenuti online andranno alla fase finale, che prevede la valutazione dei profili da parte della giuria, composta da giornalisti e, soprattutto, dalle dipendenti del main sponsor del premio: il Roberto Nuti Group, leader nei ricambi per veicoli commerciali da oltre mezzo secolo.

Hanno diritto a ricevere il Sabo Rosa: autiste di camion, bus, autoscale; meccaniche, dirigenti di aziende di trasporto, dipendenti o lavoratrici autonome in ogni settore della filiera: dalla produzione alla ricambistica, passando per la logistica. La giuria che valuterà le candidature, anche sulla base delle motivazioni indicate nel form online, sarà composta da giornalisti e, soprattutto, dalle dipendenti del main sponsor del premio: il Roberto Nuti Group, leader nei ricambi per veicoli commerciali da oltre mezzo secolo.

Per ulteriori informazioni scrivere alla segreteria del Premio: redazione@rizomedia.com

Il Sabo Rosa è stato istituito nel 2010 e, finora, è stato consegnato a un’autista dei Vigili del Fuoco, un’autista di pullman, alla titolare di un’officina meccanica e a sette camioniste: una bolognese, una livornese, una modenese, una lombarda e tre provenienti dal Veneto. Chi sarà la prossima a festeggiare l’Otto marzo con il prestigioso “pezzo unico” da autista dell’anno?

LE CANDIDATE