Castel San Pietro (Bo). La Polizia Locale ha fermato due donne che truffavano i cittadini con una finta raccolta fondi per costruire un fantomatico centro internazionale per bambini sordomuti e poveri.

L’operazione si è svolta sabato 15 febbraio, quando una pattuglia della Polizia Locale in borghese, durante un servizio per il controllo del territorio, ha notato due donne giovani e ben vestite che avvicinavano i passanti nelle vie del centro chiedendo firme e denaro per un’iniziativa di solidarietà che poi si è rivelata falsa. Gli agenti le hanno quindi fermate, identificate – B.M.B del 1997 e B.A.R. del 2000 – e denunciate per truffa, sequestrando la finta documentazione che utilizzavano e, dopo averle perquisite, anche le somme di denaro estorte con l’inganno ai cittadini.

“Raccomandiamo ai cittadini di fare attenzione a questo tipo di situazioni – è l’appello dell’Ispettore Capo Leonardo Marocchi – e invitiamo a chiamare le forze dell’ordine anche per fare solo un semplice controllo sulla veridicità di analoghe raccolte fondi. Le segnalazioni sono importanti per contrastare questo tipo di reati che fanno leva sulla sensibilità delle persone, ed è importante costruire una collaborazione fra cittadini e forze dell’ordine”.