Da sinistra Laura Sangiorgi Cellini e Franco Capra

Imola. Caterina Sforza donna vivace, guerriera, innovativa per i costumi dell’epoca, soggiornò dal 1477 alla Rocca Sforzesca come Signora di Imola. Una figura così importante che ha ispirato due realtà come Imola Experience, guidata da Laura Sangiorgi Cellini, e la locale Pro Loco, con Franco Capra presidente, a  promuovere un evento in occasione dell’anniversario dell’arrivo in città della “Tigre di Romagna” avvenuto il 1° maggio di 543 anni fa. L’iniziativa, denominata “Caterina’s Day”, si terrà nel centro storico di Imola il 2 e il 3 maggio 2020: il 2 con un preludio serale e il 3 con una giornata intera dedicata, al momento, ad attività storico-culturali.

L’evento, che quest’anno si svolgerà nell’”edizione 0”, si prepone l’obiettivo di continuare a crescere diventando un appuntamento fisso nei prossimi anni con progetti che possano coinvolgere anche le scuole. Per il 2020 aderiranno alcuni insegnanti. Il tutto avverrà seguendo un  metodo: la priorità sarà sempre data alla cultura e nonostante possano integrarsi aspetti commerciali, o meno strettamente storici, dovrà essere sempre evidente la priorità dell’aspetto culturale inerente alla storia di Caterina.

Caterina’s Day vede la collaborazione dei Musei civici e di If (la società turismo Imola-Faenza) che darà un sostegno nella promozione. Il Tema di Caterina Sforza infatti, oltre ad essere caro alla storia di Imola, può anche rappresentare un brand di attrazione turistica per il territorio.

L’iniziativa è stata pensata “dalla città per la città” e vede nella collaborazione con il territorio la sua dimensione ideale; si tratta quindi di un evento collettivo che offre l’opportunità a privati, associazioni, enti, artigiani e aziende di poter partecipare proponendo idee o iniziative legate al tema di ‘Caterina Sforza’. Alcune associazioni culturali presenti all’inaugurazione, tenutasi nella sala Gardi del chiostro dell’Osservanza, si sono già dette disponibili a  proporre progetti per inserirsi nel programma che, al momento presenta, appunto, una traccia solo squisitamente culturale. Chi deciderà di partecipare sarà protagonista del proprio ‘spazio’, che potrà gestire in modo autonomo, anche economicamente.

L’altro punto è il budget. L’evento è stato coraggiosamente pianificato, al momento, senza fondi. Un altro, modo questo, per dimostrare che la forza delle idee unita dalla passione per un progetto comune può riuscire a fare cose extra ordinarie. Verrà fatta un’attività di ricerca di contributi  e la Pro Loco parteciperà mettendo a disposizione alcune pubblicazioni che verranno omaggiate come riconoscimento per chi deciderà di diventare sponsor. Ascom e CNA lo proporranno ai propri iscritti.

Sempre con l’obiettivo dell’auto finanziamento sarà organizzata anche “A cena con Caterina”, un momento gastronomico a tema aperto a tutto che si terrà venerdì 20 marzo all’Osservanza.

Per partecipare occorre segnalare la propria dimostrazione di interesse via mail entro il 29 febbraio, entro il 15 marzo invece bisogna presentare l’idea inviando il progetto scritto. Un’apposita commissione valuterà le attività proposte ed entro il 31 marzo si saprà l’esito delle domande. La mail a cui inviare è liciadicecca76@gmail.com. Per informazioni  333.708.1701 Matteo.