Medicina. Durante i controlli, i carabinieri hanno fermato un 56enne rumeno che aveva in auto mezzo quintale di mais per polli. La cosa, visto che aveva anche dei precedenti, li ha insospettiti, così hanno approfondito la situazione, scoprendo che la merce era stata asportata indebitamente dallo stesso al suo datore di lavoro, titolare di un’azienda agricola situata in zona.

Inoltre, i militari dell’Arma hanno accertato che si tratta di un reato “continuato”, perché l’uomo, approfittando della sua mansione all’interno dell’azienda, era riuscito, in tempi diversi e con più azioni del medesimo disegno criminoso, ad appropriarsi della merce (20-30 kg alla volta), e utilizzarla probabilmente per fini domestici: sfamare le galline e ottenere i pop-corn.

Di conseguenza, il 56enne è stato denunciato per appropriazione indebita continuata.