Il “Faenza art ceramic center” ha presentato il progetto “Residenze d’artista“, un’iniziativa professionale che, dopo un anno laboratoriale di sperimentazione, in questo 2020 vedrà la presenza di circa 18 artisti di tutto il mondo (oltre che italiani) che lavoreranno insieme (nell’arco di un periodo di tempo da uno a tre mesi circa) a nuove contaminazioni e sperimentazioni ceramiche, il cui frutto verrà esposto in una mostra.

Un progetto privato in collaborazione con Comune di Faenza e l’assessorato alla Cultura, che prevede la collaborazione tra Facc ed altri eventi, tra cui Argillà e “Buongiorno Ceramica!“.

In particolare, in occasione di Argillà, verrà promosso il “Ceramic art tour”, tour della città di Faenza di una giornata alternato a masterclass, workshop, laboratori e mostre collettive di ceramica, oltre al Ceramic&Colours Award, premiazione giunta alla sua terza edizione; il tema tecnico di quest’anno riguarderà gli smalti cristallizzati.

Infine, è importante sottolineare che il Facc promuove anche workshop e laboratori di formazione rivolti a professionisti e non, che dureranno dai 2 ai 5 giorni l’uno alla presenza di docenti dall’Italia ma anche da tutto il mondo e dalle grande capacità tecniche e didattiche; tra questi figurano i nomi di Giovanni Cimatti, Alberto Bustos, Nuria Solei e Vilma Bosi.

(Annalaura Matatia)