Il segretario di Confartigianato metropolitana Amilcare Renzi

Bologna. Domenica 23 febbraio Confartigianato Bologna Metropolitana ha convocato un team di lavoro per svolgere un’analisi dei rischi, al fine di essere pronta a fronteggiare eventuali difficoltà per le imprese dovute all’emergenza Coronavirus. L’Associazione è in costante contatto con le istituzioni e i servizi Ambiente e sicurezza, Credito e Fiscale sono a disposizione di artigiani e imprenditori e mette loro disposizione il numero verde 800 53 30 60.

“La Confartigianato è un’associazione sociale ed è nostro dovere essere pronti a garantire sostegno alle imprese del nostro territorio anche nello scenario più difficile, che è quello del blocco delle attività, fermo restando che la priorità resta quella sanitaria”, dice Amilcare Renzi, nella sua veste di segretario metropolitano. “Abbiamo piena fiducia nell’operato delle autorità sanitarie e della Regione, alle quali assicuriamo la massima collaborazione. Per quanto riguarda i nostri servizi alle imprese, grazie alla nostra rete capillare di sedi, abbiamo un piano per la continuità anche in casi di blocchi delle attività, cosa che naturalmente ci auguriamo non avvenga. Nei prossimi giorni implementeremo i nostri piani, di concerto con la nostra Confederazione nazionale”, conclude Renzi.

“E’ un momento delicato – commenta Giuseppe Cremonesi, segretario del Mandamento di Bologna –. La situazione non va sottovalutata; è anche importante, però, evitare eccessivi allarmismi che creerebbero un ulteriore effetto negativo sulle persone e sull’economia. Confartigianato è in contatto con tutte le istituzioni e le autorità sanitarie, in questo momento è necessario seguire in modo corretto le disposizioni e i suggerimenti dati. Inoltre, come associazione stiamo monitorando la situazione delle nostre aziende per supportarle in ogni necessità che dovesse emergere in questi giorni e nei prossimi”