Imola. I carabinieri hanno individuato, durante un’indagine bancaria che avevano avviato, l’identità di una donna 41enne truffatrice professionista che da qualche tempo, utilizzando un documento d’identità falso, aveva iniziato ad aprire dei conti correnti bancari nell’Italia settentrionale, Imola compresa, allo scopo di depositare denaro proveniente da traffici illeciti.

Lo scorso novembre, infatti, la 41enne aveva aperto un conto corrente presso una filiale di viale Rivalta con una carta di identità, perfettamente falsificata e intestata a una vicentina, ovviamente ignara della vicenda. Nonostante la cura meticolosa nel nascondere le tracce, la criminale che si muoveva a bordo di una Skoda Octavia intestata a una persona deceduta, è stata scoperta dai militari dell’Arma e denunciata all’Autorità Giudiziaria per una serie di reati quali ricettazione in concorso, tentata truffa, falsità materiale commessa da privato e possesso di documenti falsi.