Imola. Tra i key-point su cui la Direzione Generale del Montecatone Rehabilitation Institute (MRI) ha posto attenzione nelle linee strategiche di sviluppo, vi sono il consolidamento e l’incremento delle attività di ricerca – prevalentemente clinica – tramite studi monocentrici o in collaborazione con le più importanti realtà riabilitative italiane ed estere / trauma center regionali / Istituti di Ricerca.

 I temi della ricerca. Le tematiche riguardano prevenzione, diagnosi, terapia, prognosi e meccanismi causali delle lesioni neurologiche e delle complicanze a loro associate. Sono inoltre di interesse gli studi epidemiologici – utile fonte di dati per l’organizzazione e la programmazione sanitaria locale, regionale e nazionale – e le indagini di tipo traslazionale, vale a dire la sperimentazione finalizzata alla trasformazione dei risultati ottenuti dalla ricerca di base pre‑clinica in applicazioni cliniche vere e proprie.

Dispositivi Medici. Un interesse cruciale per Montecatone è nel settore dei Dispositivi Medici, sia per la fase riabilitativa ospedaliera sia per i successivi periodi di domiciliazione e invecchiamento del paziente neuroleso. In questo ambito, l’Istituto ha il ruolo di consulente tecnico-scientifico clinico per lo sviluppo di prototipi innovativi; Montecatone è infatti proprietario di competenze multiprofessionali e multidisciplinari, non limitate soltanto al campo della riabilitazione e svolge la funzione di centro di sperimentazione clinica di tali Dispositivi (es. la partnership il CNR-ISTEC di Faenza, che coordina una cordata pubblico-privata regionale, supportata da fondi pubblici, per lo sviluppo di un dispositivo innovativo a supporto dei ventilatori meccanici).

Comitato Tecnico Scientifico. Spetta al CTS dell’Istituto, un organismo composto da professionisti esterni di riconosciuta competenza, l’ottimizzazione programmatico-scientifica delle attività poc’anzi descritte. Il CTS, che ha mandato triennale, opera in modo integrato con la Direzione, i Direttori di Unità Operativa ed i professionisti di Montecatone.

Board di ricerca e Direttore dell’attività scientifica. Nel concreto l’Istituto è dotato internamente di un Direttore dell’attività scientifica, nominato dal CdA – Laura Calzà – che oltre al coordinamento del Board, ha il compito di promuovere e coordinare le linee di ricerca e la loro coerenza con l’attività clinico-assistenziale. È presente inoltre una infrastruttura per la Ricerca e l’Innovazione – quest’ultima affidata a Tiziana Giovannini – con funzione di supporto, anche metodologico, alle attività di progettazione, in particolare per la redazione dei protocolli di studio e della documentazione necessaria per le richieste di parere al Comitato Etico e per il coordinamento tecnico-amministrativo nell’ambito dei progetti finanziati dall’esterno.

Progetti e collaborazioni in corso. Sono attualmente 11 gli studi di ricerca clinica, tra attivi o in fase di avvio imminente. In ambito regionale le collaborazioni con il polo bolognese, le più consolidate nel tempo, si coniugano con l’IRCCS Istituto delle Scienze Neurologiche di Bologna, con l’Università Alma Mater Studiorum, la Fondazione IRET Onlus di Ozzano, i poli ospedalieri e ospedaliero-universitari pubblici (nello specifico il Trauma Center e la UOC di Medicina Riabilitativa e Neuroriabilitazione dell’Ospedale Maggiore, la Casa dei Risvegli all’Ospedale Bellaria e l’Unità Operativa di Malattie Infettive del Policlinico S. Orsola-Malpighi) e privati (ad esempio il Presidio Ospedaliero Privato Accreditato Santa Viola). Da tempo l’istituto di Montecatone è parte della rete assistenziale che include anche questi medesimi centri ospedalieri, con i quali condivide Percorsi Diagnostico Terapeutici Interaziendali (PDTAI). Interessante è anche la collaborazione con l’AMAB – Associazione Medici Agopuntori Bolognesi – per uno studio sull’efficacia dell’agopuntura come terapia aggiuntiva per il dolore persistente nella persona mielolesa. In ambito nazionale, sono attive collaborazioni con la Fondazione Santa Lucia IRCCS di Roma, la Fondazione Istituto G. Giglio di Cefalù e il Dipartimento di Scienze Informatiche dell’Università Bicocca di Milano. Sul fronte universitario prosegue la gestione condivisa del corso di laurea in Fisioterapia dell’Università di Bologna, decentrato presso la sede di Imola. L’offerta formativa di Montecatone comprende inoltre stage e tirocini per studenti e laureati per un’esperienza lavorativa sul campo. Attualmente sono una quarantina le convenzioni con sedi universitarie italiane ed anche estere (Olanda, Slovenia, Spagna e Svizzera).

 La produzione scientifica. I risultati delle attività di ricerca alimentano storicamente una intensa produzione di contributi scientifici a convegni, anche internazionali, e di tesi. Le pubblicazioni di articoli risultano incrementate in modo significativo nell’ultimo anno e sono state tutte su riviste scientifiche internazionali.