Come un sollievo comune, l’opinione pubblica e vari volti noti dello spettacolo, tranquillizzano la popolazione da settimane, indicando quanto il virus sia mortale “solamente” ai danni delle persone anziane.
Gli over 70, nel nostro paese rappresentano una fetta importante della popolazione. Molti servizi possono contare sui loro risparmi, rispetto alla fascia più giovane. Senza di loro, il sistema collasserebbe in breve tempo.
Inoltre l’Italia detiene il 35% di persone con oltre i sessantacinque anni di età: ben tre punti in più rispetto alla media europea. Si tratta dell’aspettativa di vita più alta tra i paesi del nostro continente.
Ciò nonostante, la”terza età”ha dovuto subire questa discriminazione. Solo per aver avuto la colpa di non essere sopravvissuta ad una nuova e seria infezione.

anziano

La domanda è: il Covid-19 è una banale influenza? Sebbene molti contagiati riescano fortunatamente a cavarsela, se non trattato in breve tempo, il virus attacca i polmoni provocando una polmonite interstiziale.

Molti dei morti da Coronavirus erano malati di tumore e ricoverati nei reparti di oncologia, dove sono deceduti. Un modo vigliacco di affrontare la paura, infarcito da una buona dose di ignoranza e approssimazione, ha cercato di farci credere quanto questa fascia fosse di malati terminali. Essere ricoverati in oncologia, ad esempio, non significa automaticamente perdere la vita. Ci mancherebbe.

E poi, si è come diffusa la convinzione che dagli ottant’anni in su, sia normale morire. Gli organi di informazione più spiccioli hanno contribuito a diffondere questa grottesca graduatoria di importanza delle persone. L’errata convinzione di pensare ad un anziano come una persona in fin di vita. Oltretutto per il coronavirus sono deceduti anche sessantenni e settantenni. Quindi, oltre a non colpire solo anziani come inizialmente si voleva far credere, il Covid-19 ha mietuto vittime anche giovani, in qualche raro caso.
Il medico cinese di 31 anni, ad esempio, o il paziente 1 italiano ricoverato in terapia intensiva in condizioni serie, che si spera possa riprendersi al più presto.

(Aris Alpi)